Attualità

4,5 milioni di euro per una nuova scuola media e nuovo look per elementari

Una nuova scuola media a Zibido San Giacomo, a emissioni zero, e rinnovo del look della struttura che frequentano i bambini delle elementari.

4,5 milioni di euro per una nuova scuola media e nuovo look per elementari
Attualità 08 Marzo 2018 ore 15:37

4,5 milioni di euro per una nuova scuola media e nuovo look per elementari.

4,5 milioni di euro per una nuova scuola media e nuovo look per elementari

ZIBIDO SAN GIACOMO – Una nuova scuola media, a emissioni zero, e rinnovo del look della struttura che frequentano i bambini delle elementari. 757mila euro ce li mette il Comune, ma 3 milioni 700mila euro li versa la Regione. La richiesta risale al 2015, quando l’Amministrazione ha deciso di partecipare al bando regionale. Un progetto inserito nelle graduatorie ma mai finanziato. Ora, si sono sbloccate le graduatorie e Zibido incassa oltre 3.7 milioni.

Il commento del sindaco

“Una bella sorpresa, frutto di una strategia amministrativa che abbiamo perseguito nel corso degli anni”, afferma il sindaco Piero Garbelli. Perseveranza, insomma, che ha portato a cercare (e trovare) fonti di finanziamento esterne. Guardando le carte, il progetto è ambizioso: “Prevede quattro lotti, tre dei quali sono stati finanziati. In particolare era prevista la manutenzione straordinaria della scuola esistente, il completamento dei servizi e la realizzazione della nuova scuola secondaria di primo grado. Abbiamo già eseguito una serie di opere, come i nuovi serramenti della media, il tetto dell’elementare e il fotovoltaico per l’intero plesso. Ora potremo procedere con il resto”, spiega il vicesindaco Francesca Pesenti.

La nuova scuola media

Per la nuova scuola media si parla di 15 aule, biblioteca e laboratori. “Vogliamo però – sottolinea l’assessore ai lavori pubblici – trovare soluzioni che si integrino con gli edifici esistenti, in modo da individuare spazi aperti a tutta la cittadinanza. Perché intendiamo puntare a una riprogettazione di tutto il complesso, tentando di ottenere la totale autonomia scolastica con un nostro dirigente, senza quindi più dipendere da Lacchiarella. Questo richiederà inevitabilmente alcuni interventi strutturali per definire gli spazi e ospitare i necessari uffici”.

È davvero necessaria una nuova struttura? Sì, almeno considerando dati e previsioni del Comune: i bambini che frequentano le scuole, dall’asilo alle medie, sono in totale 850 e “l’andamento della popolazione fa presumere che gli iscritti alla media potrebbero crescere di almeno altri 150 studenti. L’attuale struttura – ammette l’Amministrazione – non è adeguata a ospitare più alunni”.

Francesca Grillo