Giornale dei Navigli > Politica > Elezioni Cesano, Simone Negri pronto a scendere di nuovo in campo
Politica Cesano Boscone -

Elezioni Cesano, Simone Negri pronto a scendere di nuovo in campo

Scelta diventata ufficiale nella serata organizzata nella Sala della Trasparenza per fare il punto sui 5 anni di governo.

Simone Negri

Elezioni Cesano, Simone Negri pronto a scendere di nuovo in campo.

Elezioni Cesano, Simone Negri pronto a scendere di nuovo in campo

CESANO BOSCONE – Quando Simone Negri ha iniziato il percorso che lo avrebbe portato a sedersi sulla poltrona di sindaco, cinque anni fa, ha cominciato con una frase di Italo Calvino: “Di una città non godi le sette o settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda”. Chi ha iniziato il viaggio amministrativo al suo fianco (e ci è rimasto fino a oggi) ha detto che il sindaco di risposte ne ha date tante.

Di nuovo in campo

Forse è anche per questa rinnovata fiducia che Negri ha deciso di rimettersi in campo. Sì, perché la notizia (prevedibile) è diventata ufficiale nella serata organizzata nella Sala della Trasparenza per fare un bilancio degli ultimi cinque anni. Tanti i cesanesi presenti che lo hanno applaudito, un artista gli ha persino regalato un ritratto fatto a mano che ha commosso il primo cittadino. Una serata tra amici e tra chi ha riconosciuto il mandato di Negri (non ancora finito, si vota a giugno 2019) come “positivo”.

Le parole di Negri

È lo stesso Simone Negri ad ammettere sicuro che “Cesano negli ultimi anni è migliorata. Certo, si può fare di più, si può fare meglio. Lasciamo una situazione di bilancio tranquilla e si aprono scenari entusiasmanti che possono veramente cambiare volto alla città”, ha detto Negri, annunciando la sua candidatura per le prossime elezioni. “Sento questo lavoro come una seconda pelle”, ha aggiunto orgoglioso, assicurando un impegno “per costruire una coalizione larga che garantisca governabilità partendo da un percorso di rinnovamento già intrapreso”. Certo, le criticità non mancano e a farglielo notare sono proprio i cesanesi, sensibili a tematiche come i trasporti, gli asfalti, la sicurezza sulle strade e nelle case, le scuole, i quartieri da valorizzare o riqualificare.

Il sindaco ha risposto elencando i lavori in atto, interventi che renderanno (almeno sulla carta) Cesano più bella. Altri che l’hanno già resa migliore. Altri ancora che la proiettano nell’era tecnologica, con il progetto Cesano Smart che assicura punti wi-fi, colonnine di ricarica per le auto elettriche, totem informativi, la nuova illuminazione con telecontrollo per gestire l’intensità della luce (e qui una bella valvola di ossigeno da 800mila euro gliel’ha aperta il bando Lumen, vinto di recente). Negri ha parlato della raccolta differenziata, annunciando il sistema di raccolta puntuale che dovrebbe migliorare ancora di più i numeri in città (la raccolta differenziata è passata da 53% a oltre il 65%).

Il PD a sostegno di Negri

Al fianco di Negri, ca va sans dire, il Partito Democratico: “Appoggiamo la decisione e sosterremo la candidatura convinti della bontà delle scelte operate in questi cinque anni, convinti di poter offrire nuovi contributi per il prossimo governo. In questi anni siamo stati una delle colonne portanti di questa amministrazione, contribuendo attivamente alle scelte effettuate. Come Pd, continueremo a dare priorità alle politiche sociali, con attenzione continua alla vita nei quartieri con politiche orientate al miglioramento della vivibilità. Proseguiremo nell’avere un ruolo propositivo – aggiungono i Dem – nel portare avanti scelte volte a rafforzare politiche di solidarietà verso chi ha più bisogno e a vantaggio di tutta la comunità”.

Uno sguardo verso chi è in difficoltà

“La nostra attenzione è prima di tutto rivolta a chi è in difficoltà, a chi ha meno, a chi è rimasto indietro – ribadisce Negri –. Continueremo a lavorare, e a lottare, contro ogni forma di discriminazione, di razzismo e di illegalità”. Insomma, Negri è pronto a scendere in campo. E conserva la tradizione, iniziando il percorso con un’altra citazione, “una frase che mi porto dentro – dice Negri –: quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia della spiaggia e ha detto “non c’è altro da vedere”, sapeva che non era vero. La fine di un viaggio è solo l’inizio di un altro”.

Francesca Grillo

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente