Giornale dei Navigli > Cronaca > “Sono stato io a ucciderla” si costituisce il pirata dopo incidente mortale a Pieve
Cronaca Rozzano -

“Sono stato io a ucciderla” si costituisce il pirata dopo incidente mortale a Pieve

Si è presentato alla stazione dei carabinieri di Assago con il suo avvocato, intorno alle 12.30. “Sono stato io a provocare l’incidente”.

“Sono stato io a ucciderla” si costituisce il pirata dopo incidente mortale a Pieve.

“Sono stato io a ucciderla” si costituisce il pirata dopo incidente mortale a Pieve

PIEVE EMANUELE – Si è presentato alla stazione dei carabinieri di Assago con il suo avvocato, intorno alle 12.30. “Sono stato io a provocare l’incidente”. Si riferiva allo scontro di giovedì sera  sulla sp 28, verso la rotonda di Siziano Villamaggiore, in corrispondenza della sp 40.

Alla guida del Suv rubato

Nell’incidente, il 43enne albanese guidava un Suv Bmw rubato che ha travolto la Nizzan Juke. Poi si è dato alla fuga, lasciando lì le vittime, una donna di 45 anni, in gravi condizioni, e la madre 73enne, deceduta pochi minuti dopo l’impatto. “Avevo paura, sono corso via”, ha detto il pirata ai carabinieri di Assago che, in sinergia con quelli di Corsico, stanno ricostruendo l’esatta dinamica dell’incidente. Il 43enne si trova in ospedale per controlli, poi sarà condotto al carcere di San Vittore.

Francesca Grillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente