Giornale dei Navigli > Cronaca > Presidio Auchan, tra i lavoratori anche il sindaco di Cesano Boscone
Cronaca Cesano Boscone -

Presidio Auchan, tra i lavoratori anche il sindaco di Cesano Boscone

"Il solo ipermercato cesanese (senza negozi e indotto) occupa 110 persone, di cui l’80% sono donne" spiega con preoccupazione il sindaco Negri.

Presidio Auchan

Presidio Auchan, tra i lavoratori anche il sindaco di Cesano Boscone.

Presidio Auchan, tra i lavoratori anche il sindaco di Cesano Boscone

CESANO BOSCONE – C’era anche il sindaco di Cesano Boscone Simone Negri al presidio di giovedì da parte dei lavoratori e delle sigle sindacali che tutelano i dipendenti di Auchan che vivono in un clima di incertezza per la decisione di Conad di acquisire il gruppo Auchan.

Il sindaco Negri al presidio con i lavoratori

“Ho partecipato al presidio dei lavoratori di Auchan davanti al Pirellone e successivamente ho portato la voce del territorio all’audizione presso la IV Commissione Attività Produttive di Regione Lombardia – spiega il sindaco Negri –. Ancora troppo poco si sa dell’acquisizione di Auchan da parte di Conad e delle conseguenze che avrà sui diversi punti vendita e sulla sede centrale, che da sola conta oltre 800 lavoratori. In Lombardia si parla di almeno 4mila posti di lavoro”.

Tra i lavoratori l’80% sono donne

“Il centro di Cesano, ricorderete, ha già attraversato una complessa fase di ristrutturazione e oggi siamo di fronte a una nuova operazione che ha molti aspetti non chiari – prosegue il sindaco –. Ovviamente non si vuole fare dell’allarmismo, ma é del tutto evidente che si tratta di passaggi molto delicati e che ci preoccupano per le ripercussioni occupazionali che potrebbero comportare, anche a causa dell’anomalia locale: non dimentichiamoci che si tratta di una struttura in affitto, forse un unicum nel panorama lombardo”. “A ciò si aggiunga che il solo ipermercato cesanese (senza negozi e indotto) occupa 110 persone, di cui l’80% sono donne. C’è quindi un’ulteriore attenzione, di genere, che dobbiamo mettere in campo. Conosco diverse di queste dipendenti e so che molte sono madri, spesso sole, con degli affitti ingenti da sostenere e dei figli a carico”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente