Giornale dei Navigli > Cronaca > Martellate in testa a moglie e vicina, poi si colpisce al cranio
Cronaca Naviglio grande Sud Milano -

Martellate in testa a moglie e vicina, poi si colpisce al cranio

La furia è iniziata in casa, in un appartamento di via Primo Maggio al civico 4 a Paullo.

Martellate in testa

Martellate in testa a moglie e vicina, poi si colpisce al cranio.

Martellate in testa a moglie e vicina, poi si colpisce al cranio

PAULLO – All’origine della follia potrebbero esserci problemi economici: l’uomo, di origine albanese ma cittadino italiano, aveva da poco perso il lavoro. Intorno alle 9.30, dopo una lite, ha afferrato un martello e ha iniziato a colpire in testa la moglie, anche lei origini albanesi, 69 anni.

La furia in casa e poi sul pianerottolo

La furia è iniziata in casa, in un appartamento di via Primo Maggio al civico 4. Poi è continuata sul pianerottolo di casa, dove una vicina, 77 anni, è uscita per controllare cosa stesse succedendo. L’uomo, 65 anni, ha colpito anche lei, poi ha fatto qualche passo verso le scale e si è preso a martellate sul cranio.

Due elisoccorsi intervenuti

Immediato l’intervento di due elicotteri del 118 che hanno portato al pronto soccorso la coppia in condizioni gravissime, mentre la vicina è stata ricoverata in codice giallo: per fortuna lei non è in pericolo di vita. I due coniugi, che hanno un figlio che vive in Piemonte, lottano tra la vita e la morte: l’uomo è ricoverato in Humanitas, mentre la donna è stata portata all’ospedale Niguarda.

La testimonianza dei vicini

I vicini hanno detto ai carabinieri intervenuti sul posto in pochi minuti che non si erano registrati problemi in passato ma che da quando l’uomo aveva perso il lavoro la situazione si era appesantita tra la coppia.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente