Giornale dei Navigli > Cronaca > Esecuzione Corsico in strada, le parole del sindaco Errante
Cronaca Corsico -

Esecuzione Corsico in strada, le parole del sindaco Errante

“Se gli investigatori accerteranno che si tratta di crimine razziale, come afferma la moglie, la condanna mia e dell’intera Amministrazione sarà senza se e senza ma".

esecuzione corsico

Esecuzione Corsico in strada, le parole del sindaco Errante

Esecuzione Corsico in strada, le parole del sindaco Errante

CORSICO – Il sindaco Filippo Errante, informato di quanto accaduto ieri sera, ha sentito già nelle prime ore della mattinata la Compagnia Carabinieri per essere costantemente informato sullo sviluppo delle indagini. Sono in corso una serie di verifiche anche con il magistrato incaricato.

Rafforzato il presidio del territorio

“Ho confermato la massima disponibilità delle istituzioni. Forniremo tutto il supporto necessario e, sono sicuro, non mancherà, se si rendesse necessario per rafforzare il notevole lavoro svolto dagli uomini dell’Arma, anche l’intervento della Prefettura. Intanto, con la Polizia locale abbiamo già deciso di rafforzare il presidio di alcune zone fino alle 22 e, due giorni la settimana, fino alle 24. Proseguiremo in modo serrato i controlli anche dei locali pubblici e dei loro avventori. Perché, questi interventi eseguiti negli ultimi anni, in cui abbiamo potenziato il comando con nuove assunzioni, sono stati utili affinché la Questura disponesse, in diverse occasioni, la chiusura di alcuni locali”.

Non si giunga a conclusioni affrettate

E il sindaco aggiunge: “Se gli investigatori accerteranno che si tratta di crimine razziale, come afferma la moglie, la condanna mia e dell’intera Amministrazione sarà senza se e senza ma. Credo però che non sia corretto, nel rispetto della magistratura, giungere a conclusioni affrettate perché ritengo che i carabinieri debbano poter svolgere il proprio lavoro fino in fondo. Si è trattato di un’esecuzione. Su questo credo non ci siano dubbi”.

Ufficio stampa Comune di Corsico

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente