Giornale dei Navigli > Cronaca > Attacco informatico a Italiaonline: violate 1.4 milioni di email
Cronaca Buccinasco -

Attacco informatico a Italiaonline: violate 1.4 milioni di email

Beccato dalle forze dell’ordine l’hacker di 24 anni.

Attacco informatico a Italiaonline

Attacco informatico a Italiaonline: violate 1.4 milioni di email.

Attacco informatico a Italiaonline: violate 1.4 milioni di email

ASSAGO – 1.4 milioni di email collegate a Libero e Virgilio rubate dai tavolini del Dennys Caffè di Assago, vicino agli uffici del colosso informatico Italiaonline.

Preso l’hacker 24enne

Un attacco informatico che è sembrato semplicissimo per l’hacker di 24 anni beccato dalle forze dell’ordine mentre forzava i sistemi dei server per rubare i dati. Avevano provato a fermarlo la prima volta, ma non ci erano riusciti: il pirata informatico si era dato alla fuga. Ma la seconda volta lo hanno riconosciuto e bloccato.

Cosa richia il pirata informatico

La Procura di Milano ha avviato un’indagine, come raccontato dal Corriere, per capire ogni dettaglio della vicenda in cui il ragazzo rischia da 1 a 5 anni per accesso abusivo a sistema informatico. Ancora non si sa chi sia stato il committente dell’attacco, messo a segno dal 24enne studente di Giurisprudenza violando il wifi dell’azienda, forse con la complicità di un dipendente. Le uniche informazioni certe riguardano il metodo di pagamento, in bitcoin, e il modo di comunicare tra hacker e committente, attraverso una chat su Telegram.

Subito informati gli utenti

Gli utenti coinvolti sono stati immediatamente informati dell’accaduto: Italiaonline ha anche chiesto di cambiare la password di accesso all’email, per evitare frodi informatiche.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente