Giornale dei Navigli > Cronaca > Accoltella il rivale in amore durante la Festa della Birra di Lacchiarella
Cronaca Rozzano -

Accoltella il rivale in amore durante la Festa della Birra di Lacchiarella

I soccorritori, intervenuti in pochi istanti, hanno stabilizzato il giovane e lo hanno portato al pronto soccorso dell’ospedale Humanitas.

Accoltella il rivale

Accoltella il rivale in amore durante la Festa della Birra di Lacchiarella.

Accoltella il rivale in amore durante la Festa della Birra di Lacchiarella

LACCHIARELLA – Da Noviglio era arrivato a Lacchiarella armato di coltello, forse già con l’intento di colpire il rivale in amore. Poco prima della mezzanotte, quando la tradizionale Festa della Birra stava per volgere al termine, il 21enne, italiano, ha estratto il coltello e lo ha infilato nell’addome del ragazzo, un anno più giovane di lui.

Durante l’ultima serata della Festa della Birra

Si trovavano alla Cascina Coriasco, insieme a centinaia di persone presenti per il gran finale della festa. Ma la sirena dell’ambulanza ha interrotto le celebrazioni. Gli organizzatori, dell’associazione Giovani & Dintorni che avevano preparato la 23esima edizione della grande festa, hanno interrotto la musica e senza creare il panico hanno fatto defluire i presenti verso le uscite.

Soccorsi immediati

I soccorritori, intervenuti in pochi istanti, hanno stabilizzato il giovane e lo hanno portato al pronto soccorso dell’ospedale Humanitas di Rozzano dove è stato operato d’urgenza. Le sue condizioni erano molto gravi ma per fortuna, dopo l’operazione e la presa in cura da parte del personale medico, il peggio è passato e non si trova più in pericolo di vita.

Le rassicurazioni di un familiare sui social

A rassicurare sulle condizioni di salute del giovane, una famigliare che ha scritto sui social un messaggio di ringraziamento, “per tutto l’affetto e il calore dimostrato dopo il fatto aberrante accaduto. Marco ora sta bene, è ovviamente molto dolorante dopo l’intervento subito e ancora sotto shock, ma è fuori pericolo e questo per noi è fondamentale. Vi chiedo gentilmente però di aspettare ancora qualche giorno prima di andare a fargli visita, perché ha bisogno di non fare sforzi, riposarsi e di stare con la sua famiglia. Infine ci tengo a sottolineare che noi siamo dell’idea che l’odio porti solo odio e vogliamo assolutamente evitare questa strada. Sarà la giustizia a fare il proprio corso. Marco è stato e sempre sarà portatore di amore. E noi con lui. Grazie di nuovo a tutti”.

Le indagini proseguono

Intanto, sulle tracce dell’aggressore ci sono i carabinieri che hanno raccolto tutte le testimonianze e sono vicini a trovare il colpevole. Sulla vicenda è intervenuta anche il sindaco Antonella Violi: “Le forze dell’ordine sono già attive e faranno quanto di propria competenza. L’amministrazione comunale e gli organizzatori della festa condannano ogni atto di violenza e siamo vicini al giovane che l’ha subita augurandogli una pronta guarigione”.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente