Giornale dei Navigli > Attualità > Seggiolini auto: scatta da oggi l’obbligo dei sensori anti abbandono
Attualità Naviglio grande Sud Milano -

Seggiolini auto: scatta da oggi l’obbligo dei sensori anti abbandono

Un contributo economico di 30 euro per ciascun dispositivo acquistato.

Seggiolini auto

Seggiolini auto: scatta da oggi l’obbligo dei sensori anti abbandono.

Seggiolini auto: scatta da oggi l’obbligo dei sensori anti abbandono

Genitori e nonni attenzione. Scatta oggi, 7  novembre, e non a marzo 2020, l’obbligo di montare sulle auto i dispositivi anti abbandono per i bambini di età inferiore ai 4 anni.  A ricordarlo è stato lo stesso ministero dei Trasporti, specificando che il regolamento di attuazione dell’articolo 172 del nuovo Codice della Strada in materia è stato pubblicato il 23 ottobre sulla Gazzetta Ufficiale, prevedendo l’entrata in vigore 15 giorni dopo, appunto il 7 novembre del 2019.

Qui il regolamento di attuazione dell’articolo 172del nuovo Codice della Strada

La legge 117/2018 prevede sì un periodo di adeguamento di centoventi giorni per l’entrata in vigore dell’obbligo, una volta pubblicato il decreto attuativo. Ma in questo caso l’obbligo è “comunque a decorrere dal 1° luglio 2019”. E questa dicitura ha fatto decadere il tempo di adeguamento.

Multe da 81 euro a 326 euro

Colti di sorpresa dunque tutti gli automobilisti che adesso dovranno, in tempo reale, adeguarsi e acquistare i nuovi dispositivi. Chi  verrà pizzicato senza, incorrerà nelle violazioni previste dall’art. 172 C.d.S. con sanzione amministrativa da 81 euro a 326 euro.

Un contributo di 30 euro per l’acquisto

“Per agevolare l’acquisto dei dispositivi – si legge in una nota del Mit – nel Decreto Fiscale è stato istituito un fondo e il riconoscimento di un contributo economico di 30 euro per ciascun dispositivo acquistato. Nei prossimi giorni verrà approvato il Decreto che disciplina le modalità per l’erogazione del contributo”.

Le prime polemiche

Intanto montano le prime polemiche per le poche informazioni in merito agli incentivi all’acquisto, ma soprattutto perché al momento sul mercato non ci sarebbero sufficienti dispositivi per soddisfare tutti.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente