Giornale dei Navigli > Attualità > 121 incontri per prevenire le truffe agli anziani: polizia locale al loro fianco
Attualità Cesano Boscone -

121 incontri per prevenire le truffe agli anziani: polizia locale al loro fianco

Tante le testimonianze raccolte tra gli anziani di truffe subite e tentativi di truffa.

truffe agli anziani

121 incontri per prevenire le truffe agli anziani: polizia locale al loro fianco

121 incontri per prevenire le truffe agli anziani: polizia locale al loro fianco

CESANO BOSCONE – Il progetto aveva come obiettivo la tutela delle persone anziane dai rischi di truffa e raggiri, sempre più presenti sul territorio a causa di persone senza scrupoli che si spacciano solitamente per impiegati del Comune, dell’Enel o addirittura di forze dell’ordine, per poi derubare le vittime inconsapevoli.

Informazione diretta all’anziano

“Per raggiungere anche le persone che hanno scarse interazioni sociali, è stato scelto un approccio diretto, con un agente della polizia locale che si è recato a casa di cittadini con un’età pari o superiore ai 75 anni per spiegare loro i rischi e gli accorgimenti da adottare per proteggersi dalle truffe, invitandoli a non esitare mai nel chiamare le forze dell’ordine in caso di bisogno”, spiegano dal Comune. “Volendo individuare un’emergenza legata alla sicurezza – commenta il sindaco Simone Negri – dobbiamo parlare dell’odioso fenomeno delle truffe agli anziani. Per questo, credo che quest’iniziativa intercetti un bisogno e lo fa attraverso il contatto diretto con le persone, aprendo il canale di comunicazione più appropriato per questa fascia d’età. È anche l’occasione per la nostra polizia locale di acquisire elementi sulle modalità di azione dei truffatori e di individuare le situazioni più a rischio”.

Tante le truffe subite

La polizia locale ha quindi effettuato 121 incontri, distribuiti nei quattro quartieri cittadini, durante i quali gli agenti hanno ascoltato le esigenze degli anziani e raccolto le testimonianze di tentativi di truffa che hanno subìto. Per esempio, un pensionato ha confessato di aver subito la classica truffa dello specchietto e per timore di un rimprovero da parte della moglie ha tenuto nascosto l’accaduto, senza neanche denunciare. Molte testimonianze anche di finti addetti di luce e gas che provano a convincere gli anziani a farsi aprire la porta di casa, fornire dati personali e aprire nuovi contratti senza autorizzazione.

La truffa della caldaia, il finto postino e tante altre

Alcuni sono caduti nella trappola della “truffa della caldaia”, dove finti addetti hanno paventato ai pensionati una fuga di gas e la necessità di utilizzare uno speciale strumento per porre rimedio al problema, chiedendo alle vittime di radunare oro, gioielli e soldi tutti in punto, per evitare che il “rimedio” potesse danneggiarli. Salvo poi far sparire tutto in pochi istanti. C’è anche chi si è spacciato per postino, per far scendere la vittima a firmare una raccomandata, mentre il complice tentava di introdursi in casa. E ancora: la truffa dei famigliari coinvolti in un falso incidente, i cui parenti vengono chiamati per farsi dare i soldi per “scagionarli” dalle accuse. In ultimo, il ragazzo che si spaccia per il figlio di un vecchio amico, rifila una cassetta di frutta marcia e si fa dare i soldi per ripagare la sua “generosità”.

Anziani soddisfatti dell’iniziativa

“Tutte le persone contattate – commenta l’agente della polizia locale che si è recato nelle case degli anziani – si sono dichiarate soddisfatte del progetto, tanto da ringraziare l’amministrazione comunale e la polizia locale per il lavoro svolto, augurandosi che siano sempre di più al fianco dei cittadini per garantire tutela e sicurezza”.

FG

Leggi anche Finti incaricati Enel, come riconoscerli e difendersi dalle truffe VIDEO

Leggi anche Ancora truffe agli anziani a Buccinasco: “Signora, siamo i carabinieri ci apra”

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente