Giornale dei Navigli > Attualità > Patto a quattro per affrontare la morosità incolpevole al Giardino
Attualità Cesano Boscone -

Patto a quattro per affrontare la morosità incolpevole al Giardino

Una buona sinergia tra Amministrazione, Palladium, Sicet e Comitato Inquilini. Due i contributi a cui si può accedere, scopri quali.

morosità incolpevole

Patto a quattro per affrontare la morosità incolpevole al Giardino.

Patto a quattro per affrontare la morosità incolpevole al Giardino

CESANO BOSCONE – Oltre un milione di euro per sostenere gli abitanti del quartiere Giardino. Negli ultimi tre anni, grazie alle politiche sulla casa, oltre 100 nuclei famigliari che abitano nel difficile quartiere di Cesano hanno potuto ottenere benefici economici per 1.1 milioni di euro.

Non solo finanziamenti ma anche lavoro di squadra

Merito degli uffici che sono riusciti a prendere finanziamenti utili, ma anche della buona sinergia tra Amministrazione, Palladium (proprietaria dei complessi immobiliari), Sicet (Sindacato Inquilini Casa e Territorio) e Comitato Inquilini. Per rafforzare la sinergia, i quattro hanno deciso di sottoscrivere un accordo di collaborazione che, in sostanza, regola le norme per accedere alle due misure economiche disponibili per far fronte al problema più grande del quartiere: la morosità.

Due contributi contro la morosità

Due i contributi a cui si può accedere: il Fondo di Morosità Incolpevole (contributo fino a 12mila euro), e il Fondo di Rotazione (prevede un rimborso al Comune in 5 anni senza interessi o uno sconto sulla situazione debitoria e un rinnovo contrattuale migliorativo). E se l’inquilino non può accedere a nessuna delle due misure?

Le parole del sindaco Negri

“Si provvederà a una trattativa personale che possa, per il tramite delle organizzazioni degli inquilini, portare a una soluzione”, spiega il sindaco Simone Negri. Previsti anche sconti per chi paga in un’unica soluzione. “Ai fini di rendere operativo il protocollo, le parti si impegnano a istituire una Commissione Paritetica composta dai Rappresentanti che ogni parte riterrà opportuno”, aggiunge Negri. “Le parti  – secondo l’accordo – si impegnano inoltre a proseguire nella proficua collaborazione al fine di individuare soluzioni per la prevenzione della morosità che siano strutturali e non legate alla sola gestione delle emergenze”.

Francesca Grillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente