Giornale dei Navigli > Attualità > Guasto alla caldaia, scuola Verdi al freddo
Attualità Corsico -

Guasto alla caldaia, scuola Verdi al freddo

Per il ripristino completo del funzionamento si prevede una tempistica di circa quattro giorni.

Guasto alla caldaia

Guasto alla caldaia, scuola Verdi al freddo.

Guasto alla caldaia, scuola Verdi al freddo

CORSICO – Un guasto alla caldaia della scuola Verdi. Lo annuncia, sui social, il sindaco Filippo Errante: “Il nostro ufficio si è immediatamente mobilitato, sono state individuate due perdite del circuito di riscaldamento, una direttamente in centrale, mentre la più grave è localizzata nel vespaio della scuola media.

Quattro giorni per il ripristino

Oggi – assicura il primo cittadino – si provvederà all’inserimento di due valvole necessarie a isolare il tratto guasto e consentire così il riavvio della centrale. Solo al riavvio si avrà la certezza dei locali interessati dal guasto”. Errante specifica inoltre che “per il ripristino completo del funzionamento della parte isolata si prevede una tempistica di circa quattro giorni.

Ipotesi spostamento classi

Sono sicuro che il dirigente individuerà una sistemazione temporanea per garantire il regolare svolgimento delle attività didattiche”. Il rischio, infatti, è che la scuola possa rimanere al freddo, ma per avere la certezza e l’entità del guasto bisognerà attendere oggi pomeriggio, quando i tecnici faranno una relazione completa specificando le condizioni della caldaia e il relativo funzionamento. Il dirigente Manfredo Tortoreto dovrà quindi ipotizzare uno spostamento delle classi al freddo in altri luoghi all’interno della scuola. Le attività scolastiche si fermeranno solo se impossibilitati a far traslocare i bambini delle classi rimaste al freddo in altre aule.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente