Giornale dei Navigli > Attualità > Carola “la campionessa guerriera” ha vinto di nuovo il drago
Attualità Trezzano -

Carola “la campionessa guerriera” ha vinto di nuovo il drago

Ora lei e i suoi genitori vogliono sensibilizzarvi per portare aiuto a chi soffre di queste maledette patologie

campionessa guerriera

Carola “la campionessa guerriera”ha vinto di nuovo il drago.

Carola “la campionessa guerriera” ha vinto di nuovo il drago

TREZZANO SUL NAVIGLIO – La chiamano “la campionessa guerriera”, perché in quel corpicino affaticato dalla malattia riesce a trovare la forza per essere davvero grande. Di cuore, di anima. Una storia brutta. Nel 2016 la notizia che mette in ginocchio i genitori di Carola: diagnosi definitiva di leucemia linfoblastica acuta. Il cuore di mamma e papà smette per un istante di battere, il respiro che manca. Il nodo in gola, perché il peso di quella notizia devastante non scende. L’ingiustizia di un peso troppo grande da portare per un adulto, figuriamoci per una bambina. Ma il cuore torna a battere, deve. Perché Carola ha bisogno di mamma e papà. La piccola guerriera combatte e affronta la sfida con il drago gigante della malattia.

La battaglia vinta

Nel 2017 il drago riesce a sconfiggerlo, almeno per un attimo, un periodo che le fa riscoprire il piacere della vita, stare con gli amici, lo sport, la scuola. Neanche 10 mesi dopo, la recidiva. Ricoveri, chemio, trapianto di midollo osseo. Una battaglia che sembra infinita, ma due giorni fa Carola ha vinto di nuovo il drago. Ora lei, i suoi genitori, chi le è stato accanto, vuole sensibilizzare, aiutare il Comitato Maria Letizia Verga che sta accanto alle famiglie dei bambini affetti da leucemia. Il progetto è il Passaporto Genetico che consente di individuare la cura più mirata in chi soffre di queste maledette patologie. Basta poco, ma che può fare molto. Su www.retedeldono.it si può fare la propria donazione.

FG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente