Giornale dei Navigli > Attualità > Amianto capannone in via fratelli Cervi, al via la rimozione
Attualità Buccinasco -

Amianto capannone in via fratelli Cervi, al via la rimozione

Presto cominceranno i lavori nell’ex azienda. Le parole del sindaco e dell'assessore Guastamacchia.

Amianto capannone

Amianto capannone in via fratelli Cervi, al via la rimozione.

Amianto capannone in via fratelli Cervi, al via la rimozione

BUCCINASCO – Le situazioni più critiche in tema amianto a Buccinasco sono due: quella del capannone in via Lazio e dell’immobile di via fratelli Cervi. Per quest’ultimo, gli abitanti hanno sollevato diverse polemiche perché “l’intervento tarda ad arrivare. Aspettiamo da anni, intanto ci respiriamo tutto l’eternit sfaldato del tetto, proprio di fronte ai nostri balconi”, raccontavano. Ora, possono tirare un sospiro di sollievo: l’intervento su via Lazio è ormai alle fasi finali e presto cominceranno quelle iniziali per l’ex azienda di via fratelli Cervi.

Le rassicurazioni del sindaco

“Risulta vincente la nostra politica di controllo sull’amianto – commenta il sindaco Rino Pruiti – tanto che finalmente i privati che fino a oggi non avevano provveduto a rimuovere i manufatti pericolosi l’hanno fatto, lo stanno facendo o lo hanno programmato. Una vittoria per la salute di tutti i cittadini, un obiettivo che per noi era e resta prioritario”. La politica a cui si riferisce il sindaco, è da una parte il “potenziamento dei controlli sui privati, tenuti a rimuovere i manufatti in amianto, intimando anche l’esecuzione di ordinanze per chi non avesse provveduto in tempi brevi”, spiegano dall’Amminsitrazione. Dall’altra, “l’adesione allo Sportello Amianto Nazionale, un servizio utile per fornire informazioni corrette sulle procedure, i tempi e i costi, così come l’introduzione di incentivi per chi effettuerà interventi edilizi e di bonifica dell’amianto presente nei propri immobili”.

La mappa delle criticità

Il Comune sta anche disegnando una mappa delle criticità (anche con rilievi da immagini da satellite e droni) e dei numeri sulla presenza di amianto in città: su 226 pratiche del censimento amianto per 117 è stata effettuata la rimozione/bonifica, in 38 casi si è riscontrata l’assenza di amianto, in 6 casi le coperture sono state incapsulate, in 10 non c’è necessità di rimozione, e nei restanti casi è in atto attività di verifica e confronto con le proprietà. I proprietari di alcuni immobili con situazioni di particolare rilevanza hanno assicurato che rimuoveranno l’amianto entro fine anno.

L’assessore Guastamacchia

Per quanto riguarda il caso di via fratelli Cervi che aveva sollevato contestazioni e preoccupazioni, l’assessore all’Urbanistica Emilio Guastamacchia precisa: “I nostri uffici hanno ricontattato i proprietari inadempienti e molti hanno già provveduto, si tratta prevalentemente di capannoni nelle zone industriali. La proprietà dell’immobile di via F.lli Cervi 6 ha presentato agli enti competenti il piano di lavoro per la rimozione del tetto del capannone, lastre compatte che saranno trattate e poi messe su bancali avvolte nei teli di nailon. Questo intervento, molto atteso dai cittadini, è stato sollecitato in più e più occasioni dall’Amministrazione comunale, disposta anche a sostituirsi al privato. Finalmente la soluzione”.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente