La fiera

Netweek racconta la BIT 2022

Il mondo del turismo si è ritrovato a Fieramilanocity

Netweek racconta la BIT 2022
Turismo 12 Aprile 2022 ore 13:20

 

Lungo i corridoi e tra gli stand della BIT ci siamo anche noi.

Lo staff di Netweek

Lunedì 11 e martedì 12 aprile, giornalisti e operatori del Gruppo Netweek hanno presidiato Fieramilanocity per raccontare quel che succede all’edizione 2022 della Borsa internazionale del turismo tornata in presenza dopo l’edizione digitale dello scorso anno a causa della pandemia.

Anche se era presumibile, viste le ristrettezze nei movimenti dovuti al Covid, diciamo subito che è impressionante tornare a vedere così tanta gente, operatori e visitatori. Basta un paio di numeri per dare la dimensione della BIT 2022: gli espositori sono 893 (12% dall’estero da 31 paesi) che si confrontano con buyer altamente profilati provenienti da 47 Paesi in rappresentanza di tutte le tipologie più rilevanti, in particolare da Europa (36%) e Nord America (16%), oltre che da Centro e Sud America, Medio Oriente e Africa; oltre 90 gli eventi programmati.

Quante interviste realizzate

Numerosi gli operatori, gli addetti ai lavori e i rappresentanti istituzionali che i nostri giornalisti hanno incontrato e intervistato. Nella mattinata dell’11 aprile siamo passati dal Distretto dei laghi dove ci ha accolto il presidente Francesco Gaiardelli che ci ha illustrato le novità di quest’anno.

Allo stand dell’Associazione Inside Marche Live abbiamo parlato con il presidente Federico Scaramucci, mentre allo stand della Regione Campania abbiamo incontrato il consigliere regionale Ermanno Russo. L’assessore al Turismo di Regione Liguria, Gianni Berrino, ci ha intrattenuto mostrandoci le numerose proposte, non solo di mare, della sua regione.

Così come ha fatto il direttore generale dell’Apt, Basilicata Antonio Nicoletti, e l’assessore al Turismo del Comune di Maratea, Valentina Trotta.
Nel pomeriggio abbiamo avuto diversi incontri con esponenti di rilievo delle nostre regioni, dalla Calabria alle Marche, dal Friuli Venezia Giulia alla Sardegna dove abbiamo intervistato l'assessore al Turismo Giovanni Chessa, fino alla Lombardia.

Lo stand lombardo

«La Lombardia si conferma la 'terra dei grandi eventi', fondamentali per la promozione dei territori – ci ha detto l'assessore regionale al Turismo e Moda, Lara Magoni, che in mattinata, insieme al presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, e al ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, ha inaugurato lo stand lombardo - Un binomio vincente che permette di far scoprire, a livello internazionale, le nostre eccellenze, dalle città d'arte ai laghi, dalle nostre montagne sino alla storia, alla cultura e alle tradizioni enogastronomiche».

«Bergamo-Brescia capitale della cultura 2023 e le Olimpiadi Milano-Cortina 2026 - ha proseguito - saranno vetrine internazionali che fungeranno da driver strategico per le bellezze di tutta la regione. L'attrattività della Lombardia, grazie a servizi efficienti, un'offerta variegata e professionalità degli operatori, valorizzeranno un 'turismo dei territori' che esalterà non solo i grandi centri ma anche borghi meno noti, destinazioni che meritano di essere scoperte dal grande pubblico».
Infine, un incontro anche col Comune di Venezia e con il responsabile di Cortina Marketing, Elisa Cozzolino.

Tour de force anche oggi

Tour de force anche martedì 12 aprile. Appena aperti gli stand, interviste a gogo, prima con Laura Favaretti, responsabile del consorzio Padova Convention & Visitors Bureau, seguita da Matteo Della Valle, passengers sales&marketing staff director di Grandi Navi Veloci, e da Alberto Monachesi, direttore organizzativo del Gran Tour delle Marche.

Dal mare alla montagna con l’intervista a Enrico Bernasconi, responsabile marketing dello spettacolare Trenino Rosso del Bernina che da Tirano porta a Saint Moritz in un ambiente che propone panorami mozzafiato. Prima di pranzo un salto nelle suggestioni del Veneto, con Alessandro Martini, direttore del Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso con le sue spettacolari ville, e Cristina Regazzo, direttrice del consorzio Rovigo Convention & Visitors Bureau. E, infine, una chiacchierata con Valentina Corrado, assessore al Turismo Regione Lazio, che potrebbe parlarci per giornate intere delle bellezze che propone il suo territorio.
Nel pomeriggio ci aspettano tanti altri operatori ed enti, italiani, come Nicolas Cazzola, presidente di OGD Pedemontana Veneta e Colli, ma anche stranieri. Abbiamo, infatti, in programma di incontrare Aljoša Ota, direttore dell’Ente Turismo Sloveno, Souheil Chaabani dell’Ente Nazionale del Turismo della Tunisia, e Marco Biazzetti, responsabile per l’Italia dell’Ente Turismo Giordania.

Vi proporremo tutte le interviste

E non perdiamoci di vista, perché nei prossimi giorni vi proporremo tutte le interviste realizzate così che possiate raccogliere tante informazioni e farvi un'idea su dove andare in vacanza nei prossimi mesi.

La notizia originale “Netweek racconta la BIT 2022” sul sito newsprima.it