Glocal news
solidarietà

Opera San Francesco: come aiutare i poveri

Proseguono, anche in pandemia, le attività del centro fondato dai Frati Cappuccini

Opera San Francesco: come aiutare i poveri
Glocal news 17 Maggio 2021 ore 08:30

Un piccolo sostegno individuale può portare a grandi risultati collettivi, soprattutto in tempo di pandemia, che ha accentuato lo stato di necessità per molte persone. Opera San Francesco per i Poveri (OSF), fondata a Milano dai Frati Cappuccini, prosegue l’attività di assistenza gratuita e di accoglienza, invitando anche il Piemonte a contribuire.

L'attività di Opera San Francesco

Servizio mensa, docce, guardaroba, centro di raccolta (il luogo dove persone e aziende donano abiti, calzature, valigie, coperte, nuovi o in buono stato, oltre a medicinali integri e non scaduti), poliambulatorio e area sociale. Questo il quadro di attività gestita dai volontari, attualmente mille, che operano su turni settimanali di circa 3 ore.

Secondo i dati rilevati, sono 19.668 gli ospiti che si sono rivolti ai servizi di OSF nel 2020 almeno una volta e provengono da 130 nazioni. C’è un cambiamento dell’utenza e delle esigenze, e per fortuna ci sono anche storie a lieto fine. Persone che una volta aiutate riescono a ritrovare la strada e a emanciparsi. Nel 2020, la nazione più rappresentata è stata il Perù con il 19% degli ospiti che hanno avuto bisogno soprattutto delle cure del Poliambulatorio. Gli italiani, comunque, sono al secondo posto con una percentuale del 14% di presenze, costante rispetto all’anno precedente. Statisticamente, il 70% degli ospiti di OSF è di sesso maschile; si registra un calo delle donne e la fascia di età va dai 25 anni ai 54 anni.

opera san francesco

La struttura dell'OSF

La struttura è complessa e riguarda numeri importanti: 2300 pasti al giorno, 140 ingressi quotidiani per i servizi di docce e guardaroba, 160 visite al giorno al Poliambulatorio. Queste attività sono state rimodulate in base alle misure di sicurezza per Covid-19, ma mai sospese, nemmeno nei mesi di maggiore gravità da pandemia. Anche il servizio mensa non si è arrestato: non più al tavolo, ma sacchetti da asporto che contenevano il pasto non sono mai mancati.

Oltre alle donazioni spontanee (info su operasanfrancesco.it) il contributo si può offrire anche attraverso la donazione del Cinque per mille (codice fiscale di OSF: 97051510150) in sede di dichiarazione dei redditi. Tutto ciò che è realizzato con queste donazioni è poi rendicontato nel Bilancio Sociale pubblicato online in piena trasparenza; il documento relativo al 2020 sarà consultabile dal prossimo mese di giugno.

La notizia originale “Opera San Francesco: come aiutare i poveri” sul sito newsprima.it