Glocal news
Luogo bizzarro dove pascolare...

Cosa ci facevano pecore e agnellini di fronte al Pirellone

Un'iniziativa singolare per discutere sul disegno di legge regionale volto a salvaguardare il pastoralismo e la transumanza.

Cosa ci facevano pecore e agnellini di fronte al Pirellone
Glocal news 13 Maggio 2022 ore 18:16

Cosa ci facevano cinque pecore e cinque agnellini davanti al Pirellone di Milano, in un trafficatissimo mercoledì mattina di maggio, a brucare la poca erba dell'aiuola della sede di Regione Lombardia? Di certo loro non ne avevano alcuna idea, eppure nella Sala del Gonfalone della Regione si stava parlando proprio di loro. Il consigliere segretario Giovanni Malanchini ha infatti presentato ufficialmente la prima Festa della Pecora gigante bergamasca, che si terrà a Spirano (Bergamo) questo weekend, sabato 14 e domenica 15 maggio 2022. Oltre alla presentazione della due giorni in Regione è stata anche l'occasione per relazionare su un disegno di legge regionale a firma proprio di Malanchini, che si propone di salvaguardare, sotto diversi aspetti, il lavoro del pastore bergamasco, e di promuovere e tutelare la cultura del pastoralismo e della transumanza che lega, da millenni, la pianura e la montagna orobica.

Cosa ci facevano pecore e agnellini di fronte al Pirellone

IL VIDEO:

Un'iniziativa singolare, ma che vuole portare a tutti i costi maggiori tutele per la cultura del pastoralismo e della transumanza. Come raccontato da Prima Treviglio, al fine di presentare la prima Festa della Pecora gigante bergamasca, sono state portate davanti al Pirellone di Milano cinque pecore e cinque agnellini. La trovata, tuttavia, non è stata pensata solo per il grande evento che si terrà a Spirano (Bergamo) questo weekend, sabato 14 e domenica 15 maggio 2022, ma anche per relazionare su un disegno di legge regionale che si propone di salvaguardare, sotto diversi aspetti, il lavoro del pastore bergamasco, e di promuovere e tutelare la cultura del pastoralismo e della transumanza che lega, da millenni, la pianura e la montagna orobica.

La festa, presentata dal consigliere segretario Giovanni Malanchini, nella Sala del Gonfalone all'interno del palazzo di Regione Lombardia, rappresenta un evento di capitale importanza e il primo nel suo genere, organizzato dall'associazione Pastoralismo alpino in collaborazione con il Comune, e nell'ambito della serie di iniziative annuali dell'associazione che organizza ogni anno anche la celebratissima, e spettacolare, Transumanza dei Bergamini. Per due giorni, Spirano sarà la capitale lombarda della pastorizia. Diverse decine gli eventi della kermesse, che comincerà sabato mattina con l'arrivo in paese di un gregge di circa mille pecore.

IL PROGRAMMA DELLA KERMESSE:

Una legge per salvare il pastoralismo

Oltre alla presentazione della due giorni, l'occasione è stata fondamentale per discutere sul disegno di legge regionale, a firma proprio di Malanchini, che si propone di salvaguardare il lavoro del pastore bergamasco, e di promuovere e tutelare la cultura del pastoralismo e della transumanza che lega, da millenni, la pianura e la montagna orobica. Come? Prima di tutto, istituendo un'anagrafe dei "prati stabili", le "autostrade del pastoralismo" minacciate dal consumo di suolo. E poi, incentivando l'ingresso dei giovani nel mondo della pastorizia, promuovendo lo studio della cultura legata al pastoralismo tramite bandi di concorso annuali rivolti agli studenti e tirocini formativi negli alpeggi.

Non solo: la legge Malanchini istituisce anche la Consulta regionale per la tutela e la valorizzazione del mondo agropastorale, e delega la Regione a istituire una Giornata regionale appositamente al pastoralismo. Per tradurre in realtà i dispositivi di legge, la Regione dovrà stanziare una dotazione finanziaria iniziale di 200mila euro l’anno. Il testo sarà pronto probabilmente nei prossimi giorni, ma parte da una solida base politica "trasversale": è co-firmato anche da Matteo Piloni (Pd) e Simona Pedrazzi (Lega). Se ne parlerà nel dettaglio durante un convegno organizzato proprio nella kermesse spiranese, al PalaSpirà, domenica alle 17. Presenti alla conferenza stampa anche la consigliera delegata all'Agricoltura di Spirano.