Menu
Cerca

Mercato della auto usate: in Italia convince nonostante la crisi

Il mercato delle auto usate è tra quelli che resistono meglio alla crisi economico-finanziaria di questi anni.

Mercato della auto usate: in Italia convince nonostante la crisi
Economia e scuola 13 Aprile 2020 ore 00:09

Lo confermano i dati sulle vendite e, molto più empiricamente, la quantità di utenti che ogni giorno digitano su Google e co. “macchine usate Milano” perché alla ricerca, proprio, di veicoli di seconda mano per sé e per la propria famiglia. 

Partiamo dai primi. Mentre le nuove immatricolazioni calavano, alla fine dello scorso anno la vendita di auto usate era in lieve crescita rispetto ai mesi precedenti (del +0,5, secondo dei dati ACI) e, soprattutto, negli autosaloni e nelle concessionarie italiane per ogni 100 macchine nuove c’erano 162 vetture usate vendute. Rendono persino meglio l’idea della tenuta del settore, i dati sulle vendite di usato nei primi mesi del 2020: nonostante l’emergenza coronavirus e l’inevitabile contrazione dell’intero mercato automobilistico, il calo nelle vendite di automobili usate è stato più contenuto rispetto a quello che ha riguardato, invece, il nuovo (in percentuali, si è trattato di un -85,4% contro un -59,1%). Studi e classifiche di settore scendono di norma molto più nel dettaglio, nell’individuare per esempio quali sono tipologie, modelli ma, anche, marche di vetture usate più acquistate sia sul mercato italiano (le diesel, per esempio, sarebbero secondo le ultime rilevazioni le più in calo nelle preferenze degli italiani che acquistano usato) e internazionale. 

Auto usate (a chilometro zero, garantite, etc.): perché sceglierle 

Per certi versi, soprattutto per chi è intenzionato ad acquistare una nuova vettura personale, familiare, lavorativa, è più interessante guardare però alle ragioni che portano a preferire l’usato al nuovo. 

La questione risparmio è, senza dubbio, una delle più centrali: il prezzo di mercato di un’automobile usata è, di norma, molto più basso di quello di una vettura nuova e alla prima immatricolazione. Semplificando molto, ciò deriva dal fatto che dal momento stesso in cui esce dall’autosalone per l’automobile nuova inizia un rapido processo di svalutazione: in parte diversamente anche da quanto avveniva qualche anno fa, insomma, chi acquista auto di seconda mano oggi può concludere buoni affari e portare in garage un modello recente della propria casa automobilistica preferita a un prezzo davvero conveniente. Formule come l’usato a chilometro zero, poi, assicurano al compratore di portare a casa vetture praticamente nuove nel motore e nel grado di usura: una buona regola per l’acquisto di auto di seconda mano, del resto, è sempre stata quella di fare attenzione al chilometraggio. Anche il cosiddetto usato garantito o usato sicuro è un buon compromesso per chi abbia bisogno di risparmiare sulla spesa imprevista del cambio auto (perché la famiglia si è allargata, perché si è cominciato a utilizzare l’auto per lavoro e si ha bisogno di una che sciupi meno, eccetera) ma non voglia rinunciare, comunque, a un’auto affidabile e di qualità. Tra le altre ragioni per cui l’usato sembra convincere sempre di più gli italiani, però, c’è anche la possibilità di sfruttare portarli ed eCommerce ad hoc: spesso quando si acquista online una vettura di seconda mano il risparmio è ancora più netto e si hanno vantaggi come, semplicemente, la possibilità di confrontare innumerevoli prodotti e offerte diverse.