Giornale dei Navigli > Sport > Valentina Marchei è l’orgoglio italiano dei pattini alle Olimpiadi invernali
Sport Rozzano -

Valentina Marchei è l’orgoglio italiano dei pattini alle Olimpiadi invernali

L'atleta italiana nel pattinaggio sul ghiaccio, in coppia con Ondrej Hotarek, arriva da Basiglio.

Valentina Marchei è l'orgoglio italiano dei pattini alle Olimpiadi invernali

Valentina Marchei è l’orgoglio italiano dei pattini alle Olimpiadi invernali.

Valentina Marchei da Basiglio alla Corea del Sud

BASIGLIO – L’orgoglio italiano nel pattinaggio sul ghiaccio arriva da Basiglio. È Valentina Marchei che si prepara, questa notte, a rimettere ai piedi i pattini dorati per proseguire l’esperienza delle Olimpiadi di Pyeongchang, Corea del Sud. Orario italiano cinque del mattino circa, ma la levataccia viene ripagata da uno spettacolo unico, almeno a giudicare dalla grinta e dalla determinazione che Valentina ha già messo in campo, anzi, sul ghiaccio, nella prima esibizione con il compagno Ondrej Hotarek.

La prima esibizione di Valentina Marchei

Sulle note di Amarcord, i due sono stati perfetti. Una sincronia e intesa sbalorditiva, se si considera che la 32enne pattina al suo fianco da soli quattro anni. Da quando ha deciso di dire basta alla lunga esperienza nel singolo e di intraprendere una nuova avventura. Cinque volte campionessa italiana nel singolo e gradino più alto del podio anche nel campionato italiano del 2015, in coppia con Hotarek. Valentina ha esperienza da vendere e papà Marco, anche lui atleta e due volte olimpionico nella maratona, è «orgoglioso del grande lavoro che sta facendo. Sono sicuro che ce la metterà tutta anche nelle prossime due esibizioni».

Le prossime esibizioni alle olimpiadi

Una domani all’alba per gli obbligatori (short program) e l’altra domani notte per il free program. E nonostante «il ghiaccio sia scivoloso», come dice papà Marco, speriamo di poter risentire lo stesso urlo di gioia che Valentina ha buttato fuori dopo l’esibizione perfetta di domenica che ha fatto guadagnare all’Italia, «la mini, mini Nazione rispetto alle altre in gara», come ha detto Carolina Kostner, un orgogliosissimo quarto posto.

Francesca Grillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente