Giornale dei Navigli > Senza categoria > Uccisa soffocata da un cuscino, il compagno confessa: “Volevo tapparle la bocca”
Senza categoria Naviglio grande Sud Milano -

Uccisa soffocata da un cuscino, il compagno confessa: “Volevo tapparle la bocca”

Ha tentato di dar fuoco all'appartamento con dentro il corpo della compagna. I poliziotti lo hanno fermato sulle scale.

uccisa soffocata

Uccisa soffocata da un cuscino, il compagno confessa: “Volevo tapparle la bocca”.

Uccisa soffocata da un cuscino, il compagno confessa: “Volevo tapparle la bocca”

MILANO – Ha confessato di averla uccisa dopo una lite. Ha usato il cuscino per “zittirla”, dopo l’ennesimo scontro tra i due.

La confessione

Pietro Carlo Artusi, 47 anni, non ha neanche provato a negare: “L’ho uccisa io, continuavamo a litigare”. E così, dopo l’ultima discussione, Artusi ha preso un cuscino e ha soffocato la compagna Roberta Priore, la 53enne che abitava in via Piranesi, al civico 19, dove la polizia l’ha trovata morta con quel cuscino appoggiato al viso.  Lui ha provato anche a rompere un tubo del gas e a dare fuoco all’appartamento con dentro il corpo della compagna. I poliziotti lo hanno fermato sulle scale, poi sotto torchio ha confessato tutto.

Droga, gelosia, depressione

Ha ricostruito le prime liti, che hanno accompagnato i cinque mesi del loro rapporto, poi la dipendenza dalla droga, sua e della fidanzata, la depressione di lei, dopo quella brutta vicenda del 2005, quando la figlia di quattro anni era scivolata dalla finestra ed era morta. Lunedì l’ennesima lite, pare per motivi di gelosia dell’uomo, poi la discussione a casa, la colluttazione e la fine tragica: Roberta Priore è morta soffocata dal suo compagno che ora si trova in carcere con l’accusa di omicidio volontario.

LEGGI ANCHE

 Trovata morta in casa donna di 53 anni, fermato il compagno

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente