Giornale dei Navigli > Salute > Pedalare in bicicletta fra benessere e inquinamento

GDL Salute

Salute
0 commenti.

Pedalare in bicicletta fra benessere e inquinamento

Sono tanti i benefici delle due ruote, sia per la salute per il nostro pianeta

Scritto da:

Pedalare in bicicletta è una delle attività più gettonate nella bella stagione. E ora che sta volgendo lentamente al termine è bene non lasciarsi scappare questi ultimi scampoli di bel tempo. Questo mezzo di trasporto in Italia è utilizzato prevalentemente per il tempo libero, all’estero e soprattutto nei paesi nordici, è invece insostituibile veicolo per la mobilità quotidiana. Secondo i dati snocciolati dall’Agenzia europea, autentici campioni in fatto di ciclismo sono gli olandesi che usano la bicicletta nel 26% degli spostamenti. Subito dietro di loro i danesi (19%), i tedeschi (10%), poi gli austriaci (9%), quindi i belgi (8%), gli svedesi 7%), i francesi (5%) e, buoni ultimi, gli italiani (4%). Una tendenza da invertire, per tante buone ragioni.

Pedalare in bicicletta, quanti vantaggi…

In effetti, incrementare l’utilizzo della bicicletta avrebbe tanti vantaggi. Primo tra tutti, come dimostra uno studio di ricercatori danesi, chi fa ciclismo recupera un ottimo stato di salute (per esempio prevenendo problemi alle articolazioni). Restando ai vantaggi per la salute ricordiamo una regolare attività fisica in sella riduce i rischi di disturbi cardiaci. Previene il diabete e la pressione alta, limita il rischio di sviluppare il tumore del colon-retto e quello del seno. In second’ordine, la bicicletta è un mezzo di locomozione che non inquina ed è silenzioso. Ridurre i viaggi in automobile diminuirebbe non solo l’effetto serra, ma anche lo smog, le piogge acide e l’inquinamento acustico.

Tagliare le emissioni di CO2 e risparmiare

Triplicando invece gli spostamenti in bici, limitando quelli sui veicoli a motore, cioè passando dal 5% al 15%, per la Federazione Europea dei Ciclisti si arriverebbe ad un risparmio del 5% delle emissioni del settore trasporti. Con un vantaggio evidente per la salute, l’ambiente, ma anche per il portafogli, contro il caro-carburante. Un’ultima stima arriva dall’Associazione belga ProVelo secondo la quale percorrendo 6 km al giorno per 5 giorni a settimana, si stima un taglio a persona ogni anno di 196 kg di emissioni di CO2, con un risparmio soldi in benzina. Un’attività fisica di questo tipo permette anche di bruciare un cospicuo numero di calorie.

L’articolo Pedalare in bicicletta fra benessere e inquinamento proviene da Salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente