Giornale dei Navigli > Attualità > Questione subappalto a Cesano, il sindaco: “Toppata, il Movimento chieda scusa”
Attualità, Politica Cesano Boscone -

Questione subappalto a Cesano, il sindaco: “Toppata, il Movimento chieda scusa”

Il sindaco Negri risponde all’interrogazione posta dal consigliere del Movimento 5 Stelle Giancarlo Insinsola.

subappalto a Cesano

Questione subappalto a Cesano, il sindaco: “Toppata, il Movimento chieda scusa”.

Questione subappalto a Cesano, il sindaco: “Toppata, il Movimento chieda scusa”

CESANO BOSCONE – “Stamane il Palazzo ha tremato. Tema delicatissimo: un appalto. Accuse gravi: violazione. Con richiesta di risposta urgente, benché si tratti di atti del 2016. Nubi dense, cariche di sciagura all’orizzonte. Non sto scherzando nè drammatizzando, è veramente il clima che si respirava in comune a seguito dell’ultima interrogazione del Movimento 5 Stelle su un subappalto relativo ai lavori di manutenzione stradale. Una sentenza. Senza appello. Lo chiedono al sindaco, anche se non è il sindaco a concedere i subappalti, ma tant’è, il Primo Cittadino è tenuto al controllo ed è sempre in qualche modo responsabile”.

La replica del sindaco

Il sindaco Simone Negri risponde così all’interrogazione posta dal consigliere del Movimento 5 Stelle Giancarlo Insinsola che chiedeva spiegazioni riguardo un subappalto del 2016 sulle manutenzioni di strade e marciapiedi. “Un’interrogazione urgente – prosegue il sindaco –. Del 2016 ma urgente. Fa niente che alla fine non sia direttamente coinvolta la giunta, ma serve. Tutto fa brodo in campagna elettorale”.

“Fa niente che chiamati in causa siano poi degli ignari tecnici comunali che si trovano a dover ricostruire in pochi minuti le vicende relative a un appalto chiuso da 2 anni. Spalle al muro. Lo scandalo c’è. Fortunatamente le verifiche durano il tempo di un caffè amaro”.

Subappalto a Cesano: la norma

“Si fa riferimento a una norma del codice dei contratti (per precisione il comma 4 dell’articolo 105 del Dlgs 50/2016) che recita:

I soggetti affidatari dei contratti di cui al presente codice possono affidare in subappalto le opere o i lavori, i servizi o le forniture compresi nel contratto, previa autorizzazione della stazione appaltante purche’ a) l’affidatario del subappalto non abbia partecipato alla procedura per l’affidamento dell’appalto.

Una norma non in vigore nel 2016

“E in effetti il subappaltante aveva partecipato a sua volta alla gara. Letta così sarebbe una violazione al codice. “Sarebbe”, appunto, perché questa norma è stata aggiunta solo successivamente al codice dei contratti e non era in vigore al momento del subappalto comunale. Basta confrontare le date: gli atti comunali risalgono al 25/10/2016 mentre il nuovo dispositivo veniva introdotto soltanto il 19 aprile 2017, tramite il decreto correttivo 56”.

Subappalto a Cesano: “Un’altra toppata”

“Ancora una volta, a distanza di pochi giorni dalla figuraccia sulle asfaltature in Tessera, i nostri eroi ci ricascano rovinosamente. Un’altra toppata. È compito del M5S come di tutte le altre forze di opposizione controllare l’operato della giunta e degli uffici. Ma ci sono precise ed eleganti modalità da seguire, che prevedono la centralità del consiglio comunale, e che indicano l’attenzione che si deve dedicare a legittimi dubbi di questa natura, soprattutto quando si arriva a giudicare l’operato delle persone”.

La richiesta di scuse

“Le Istituzioni meritano rispetto. Credo che questo ennesimo scivolone del Movimento 5 Stelle apra gli occhi ai cesanesi che tra qualche settimana dovranno recarsi alle urne e richieda le scuse immediate da parte del consigliere Insinsola, proponente l’interrogazione, nei confronti dei dipendenti comunali che sono ingiustamente stati accusati di aver violato una normativa. Che manco c’era”.

LEGGI ANCHE:

 I Cinque Stelle interrogano il Comune sull’affidamento di un subappalto

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente