Giornale dei Navigli > Attualità > Macaluso inaugura comitato elettorale con Federico Pizzarotti
Attualità, Politica Rozzano -

Macaluso inaugura comitato elettorale con Federico Pizzarotti

Macaluso: "Dobbiamo essere comunità perché nessuno venga lasciato indietro”.

marco macaluso

Macaluso inaugura comitato elettorale con Federico Pizzarotti.

Macaluso inaugura comitato elettorale con Federico Pizzarotti

ROZZANO – “In Piazza Berlinguer Marco Macaluso ha inaugurato il suo comitato elettorale. A tagliare il nastro Federico Pizzarotti, presidente di Italia in Comune, e Simonetta Fiaccadori coordinatrice regionale. Un tripudio di ragazzi, l’elemento forte, ma l’età dei partecipanti che hanno affollato la sede del comitato e i portici antistati, spaziava tra diverse generazioni. Pizzarotti ha testimoniato quanto il partito, Italia in Comune, seppur nato da solo un anno, stia registrando in tutta Italia grandi successi.  Ha anche precisato che la piena autonomia lasciata alle rappresentanze locali, consente loro sia di scegliere liberamente se candidarsi o meno, in base alle opportunità che si sviluppano sui territori, sia di valutare senza alcuna forzatura eventuali alleanze”.

Pizzarotti: “Dare voce al civismo locale”

Il partito, ha detto Pizzarotti, nasce con l’obiettivo di dare voce al civismo locale partendo dalle migliori esperienze amministrative, con l’obiettivo di amplificarne il protagonismo anche a livello nazionale ed europeo. Macaluso ha suddiviso il suo intervento in tre parti, la prima parte del discorso verteva a fare chiarezza rispetto agli elementi che hanno portato al suo allontanamento dal PD per avvicinarsi ad Italia in Comune, e sposarne valori e principi che non ritrovava più nel suo vecchio partito.

Macaluso: “Non si possono avere cittadini di serie A e serie B”

Nella seconda parte del discorso un focus particolare sulle problematiche caratteristiche del territorio rozzanese; uno su tutti, l’obiettivo di rimuovere uno degli annosi problemi sociali causati dalla situazione dei cittadini Aler, “non si possono avere cittadini di serie A e serie B, dobbiamo essere comunità perché nessuno venga lasciato indietro”. “Le istituzioni devono riprendere il dialogo con Regione Lombardia (a guida cdx), proprietaria di casa di buona parte dei cittadini, con le autogestioni, e con i comitati di quartiere. E poi perché non si può cooperare con istituti universitari per progettare una riqualificazione sostenibile del quartiere?”. In conclusione ha ringraziato chi, attraverso una straordinaria partecipazione che mai si sarebbe aspettato, ha reso e sta rendendo possibile un’affermazione sul territorio”.

Comunicato stampa

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente