Giornale dei Navigli > Politica > La consigliera Nadia Landoni rispedisce al mittente le accuse mosse da Cirulli
Politica Corsico -

La consigliera Nadia Landoni rispedisce al mittente le accuse mosse da Cirulli

Ho chiesto di sapere se il protocollo steso nella scorsa legislatura specifico per tracciare le diete a partire dalla loro preparazione al Centro cottura fino ad arrivare alla somministrazione fosse stato rispettato

CORSICO – Nadia Landoni non ci sta. Dopo il comunicato apparso lo scorso sabato, riguardo la decisione da parte del Presidente del Consiglio Vincenzo Cirulli di non accettare l’interpellanza urgente presentata dalla stessa Landoni, la consigliera ci ha scritto, motivando le sue scelte e portando le sue ragioni. «Rispetto a quanto evidenziato nel comunicato desidero evidenziare che contesto quanto dichiarato per questi motivi:

– ho presentato l’interpellanza urgente venerdì 26 gennaio pertanto in tempo utile rispetto al consiglio comunale che si sarebbe svolto martedì 30 gennaio

– nella mia interpellanza faccio riferimento ad una lettera scritta dal Comune alla soc. Camst in data 23 gennaio 2018 e pubblicata sul sito del Comune in cui è stato scritto: “Per ciò che riguarda la somministrazione di frittata contenente latte ad un’alunna con dieta “no latte” che ha causato il ricovero in ospedale della minore comunichiamo che:

* riscontrato che negli ultimi mesi si sono verificati analoghi casi di somministrazione di dieta errata che hanno portato al ricovero dei minori interessati;

* acclarato che a seguito di tali casi il direttore del Centro cottura s’è formalmente impegnato con questa Amministrazione Comunale e con il Circolo di qualità, ad attivare procedure e protocollo di controllo perchè situazioni di questa gravità non dovessero più ripetersi;

tutto ciò premesso e considerato il procrastinarsi di questi gravi episodi, pur prendendo atto del vostro impegno nel sensibilizzare gli operatori presenti presso il Centro cottura, essendo tuttavia in presenza di recidive che compromettono la salute degli utenti ancorchè minori, ai sensi dell’art. 82 del CSO ci vediamo costretti ad applicare la seguente sanzione…..”

La mia interrogazione nasce da questa lettera

Ora, io ho visto sul sito questa lettera giovedì 25 e mi sono seriamente preoccupata. Ho chiesto di sapere se il protocollo steso nella scorsa legislatura specifico per tracciare le diete a partire dalla loro preparazione al Centro cottura fino ad arrivare alla somministrazione fosse stato rispettato. Questo protocollo era nato da un percorso condiviso tra Amministrazione di allora, Camst, rappresentanti dei genitori proprio a seguito di eventi che ci avevano preoccupato e per i quali avevamo fatto un esposto. Inoltre ho chiesto di sapere se, oltre alla sanzione, erano stati presi altri provvedimenti.

Il titolo della mia interpellanza parte da questa lettera e di quanto ho letto, pertanto non dall’evento accaduto. Il titolo dell’interpellanza è GRAVI INADEMPIENZE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE COLLETTIVA. Pensavo bastasse a giustificare la mia richiesta di urgenza. Il comma 8 dell’art. 22 del regolamento richiamato dal Presidente del Consiglio per dare diniego alla mia interpellanza urgente, alla fine cita “Spetta al Presidente del Consiglio, valutare l’effettiva urgenza valutare l’effettiva urgente dell’Interrogazione/interpellanza e ammetterne l’esposizione”.

Non ho strumentalizzato

come fatto più volte da altri consiglieri nel passato, perchè parto da quanto scritto nella lettera del Comune. Tutte le interpellanze urgenti presentate di questi due anni e mezzo sono sempre state rifiutate dal Presidente del Consiglio, che ha più volte dimostrato di non essere super partes. Solo le questioni da me sollevate avrebbero dovuto metterlo nella condizione di accogliere la mia proposta di urgenza. Visto che così non è stato, e solo allora, ho deciso di far pubblicare la notizia.

Sono stata nei giorni scorsi bersaglio di una parte politica che ha sottolineato la mia strumentalizzazione, segno che queste persone non hanno letto la mia interpellanza e, anzi, sono loro che stanno strumentalizzando quanto ho messo in atto».

AD

Articolo correlato:

Cirulli replica a Landoni: “Non si strumentalizzino i bambini”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente