Giornale dei Navigli > Politica > Elezioni e fratture interne: Pozzoli si dimette da assessore di Opera
Politica Rozzano -

Elezioni e fratture interne: Pozzoli si dimette da assessore di Opera

Alla base della consegna delle deleghe l'incapacità di scendere a compromessi e mediazioni.

pozzoli si dimette

Elezioni e fratture interne: Pozzoli si dimette da assessore di Opera.

Elezioni e fratture interne: Pozzoli si dimette da assessore di Opera

OPERA – La lettera è scritta come a un amico. “Caro Ettore”: inizia così la missiva che l’assessore Alberto Pino Pozzoli ha inviato al sindaco di Opera, Ettore Fusco, ormai all’ultimo mese del mandato. Una lettera per dire che “dopo quindici anni insieme, prima all’opposizione e poi al governo della città, prendo atto che le nostre strade, da oggi, seguiranno percorsi differenti”. Tradotto: dimissioni.

I perchè delle dimissioni

Alla base della consegna delle deleghe da parte di Pozzoli, una frattura interna e “l’incapacità di scendere a compromessi e mediazioni”, sottolinea l’ex assessore in quota Fratelli d’Italia con deleghe a Sport, Eventi, Gioventù e Commercio, che ricorda anche le battaglie affrontate insieme al leghista. “Orgoglioso di aver fatto parte di una squadra che ha avuto come ambizione quella della difesa del proprio territorio a tutti i costi. Perché l’amore per la propria terra non può essere moderato”.

La scelta di Fusco di appoggiare Nucera

Una frattura, si diceva. Quella provocata dalla scelta di Fusco di appoggiare il suo vice Antonino Nucera come candidato sindaco per le elezioni. “Brava persona – ammette Pozzoli – ma che non si concilia con le nostre storie politiche. Non sono il solo a pensarla così: molti amici di Forza Italia, Lega e della cosiddetta società civile condividono le mie stesse perplessità e mi hanno così invitato a scendere in campo a difesa di quei valori per cui abbiamo sempre combattuto: libertà, solidarietà, sicurezza, onestà”.

Il contributo di Pozzoli alla città

Pozzoli elenca poi i contributi dati alla città, in particolare alla valorizzazione dello sport e del commercio locale. “Un giorno, forse, – conclude l’ex assessore  – le nostre strade torneranno a unirsi per tracciare lo stesso percorso fatto di passione, amore e coerenza per la politica. Fino ad allora, buona fortuna”.

Francesca Grillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente