Giornale dei Navigli > Politica > Elezioni a Corsico, Italia in Comune: “Ognuno farà proprio percorso”
Politica Corsico -

Elezioni a Corsico, Italia in Comune: “Ognuno farà proprio percorso”

Un primo bilancio della presenza del partito a Corsico.

Elezioni a Corsico

Elezioni a Corsico, Italia in Comune: “Ognuno farà proprio percorso”.

Elezioni a Corsico, Italia in Comune: “Ognuno farà proprio percorso”

CORSICO – “La somma non basta per fare un’alleanza. Partiamo proprio dalle parole di Federico Pizzarotti presidente di Italia in Comune per fare un primo bilancio della nostra presenza a Corsico.

Italia in Comune, come si è mosso sul territorio di Corsico

Innanzi tutto sul partito: Italia in Comune non è la costola di altri partiti ma nasce dalla voglia di cambiamento di tanti amministratori, liste civiche o semplici cittadini attivi sul proprio territorio, noi siamo questi ultimi. Siamo quelle/i che hanno fatto opposizione alla giunta di centrodestra fuori dalle mura del palazzo comunale, siamo quelle/i che hanno alzato la voce quando qualcuno stava zitto, forse per timidezza o forse per convenienza. Ci siamo costituiti in partito non perché, secondo qualcuno, se non sei in un partito non sei nessuno ma perché abbiamo una nostra idea di città e in Italia in Comune abbiamo trovato proposte, cose concrete realizzate e buone pratiche da cui prendere esempio.

L’incontro con Alleanza per Corsico sulle primarie

Un paio di settimane fa abbiamo partecipato ad un incontro proposto dai rappresentanti di Alleanza per Corsico sul tema primarie, la discussione non ha sciolto i nodi di una possibile coalizione di centrosinistra ma anzi, per noi ha evidenziato l’assenza delle condizioni minime per un percorso assieme. Non è pensabile iniziare una qualsiasi collaborazione con chi ci dice che siamo invise a una buona parte di loro militanti, persone con cui avremmo dovuto affrontare una difficile campagna elettorale, forse la più difficile della nostra città.

“Ognuno faccia il proprio percorso”

Gli accordi, anche quelli elettorali, presuppongono una mediazione fra le parti e non un cedimento totale verso chi si considera il più forte, ai tavoli di coalizione si sta con pari dignità. Per noi sono inaccettabili situazioni mortificanti e non dignitose (come sta avvenendo a livello nazionale) dove quelli che negli intenti dovevano essere alleati nei fatti sono avversari che dettano le condizioni per la sopravvivenza ai propri compagni di governo, dimenticandosi che devono rappresentare gli italiani prima che se stessi. La soluzione migliore per tutti è che ognuno faccia il proprio percorso, saranno i cittadini di Corsico a scegliere”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente