Giornale dei Navigli > Politica > Candidati locali alle Regionali si raccontano – pt. 2
Politica Cesano Boscone Corsico -

Candidati locali alle Regionali si raccontano – pt. 2

Chi sono e perché hanno scelto di candidarsi? Quali competenze vogliono portare in Regione che siano utili anche per il nostro territorio?

Candidati locali alle Regionali

Candidati locali alle Regionali si raccontano – pt. 2.

Candidati locali alle Regionali si raccontano

Questa settimana altri quattro candidati alle regionali rispondono, raccontando le proprie esperienze politiche nel sud ovest e gli effetti che questa compenetrazione e questo scambio di realtà potrebbero generare, sia in regione che sul nostro territorio. La domanda posta è identica a a quella posta ai candidati intervistati la settimana precedente (clicca qui per leggere la prima parte). Chi sono e perché hanno scelto di candidarsi? Quali competenze vogliono portare in Regione che siano utili anche per il nostro territorio? Cosa possono, viceversa, portare di positivo in Regione dalla loro esperienza nel sud ovest?

Fabio Raimondo

fabio raimondoFabio Raimondo, Fratelli d’Italia, assessore alle politiche sociali a Corsico: “In questi anni ho maturato una solida esperienza amministrativa negli Enti Locali, occupandomi in particolare di servizi sociali, famiglia, politiche della casa, pubblica istruzione, sicurezza. Tutte tematiche sulle quali la Regione ha importanti competenze. Incapaci e corrotti hanno allontanato i cittadini dalla politica, mettendo a rischio l’onesto lavoro di chi con umiltà e passione si impegna in prima persona e in maniera disinteressata al servizio dei cittadini.

Di fronte a una cattiva politica che ha perso credibilità e consensi, occorre ripartire da chi merita, da chi è presente e conosce il territorio, da chi non ruba, da chi ascolta le persone. Ho sempre inteso la mia passione per la politica come un impegno al servizio della comunità da affrontare con dedizione, onestà e totale disponibilità ad ascoltare i bisogni della gente.

Il nostro territorio ha bisogno di questo ed è importante che anche il sudovest milanese possa finalmente essere rappresentato in Regione Lombardia per dare voce ai piccoli commercianti soffocati dalla grande distribuzione, agli inquilini delle case popolari, ai nostri giovani che con fatica decidono di mettere su famiglia, agli anziani spesso lasciti soli. Avere un consigliere regionale disponibile e facilmente raggiungibile sarà il nostro valore aggiunto.”

Daniela Pallazzoli

daniela pallazzoliDaniela Pallazzoli, sindaco di Cusago della lista civica La nostra Cusago, ora in lizza per la Regione con Forza Italia: “La mia campagna elettorale è impostata  sulle relazioni con chi, in questi anni, ha potuto constatare il mio modo di lavorare come Amministratore Locale e  una rielezione alle comunali è un segnale importante.

In questi 14 anni di lavoro sono molteplici le competenze che ho acquisito, ma i temi a me più cari  sono l’agricoltura come patrimonio di tutti, la tutela dell’ambiente nei vari ambiti di programmazione sovra-comunale, il patrimonio storico e architettonico da recuperare. L’agricoltura  e il patrimonio storico sono due ricchezze che non si possono esternalizzare, l’Italia deve difendere i suoi suoli e i suoi beni storici.

Il tema della  sicurezza urbana: come Sindaco conosco nel dettaglio il fenomeno della presenza delle carovane nomadi sui nostri comuni, a questo si intreccia la necessità di  riorganizzazione della Polizia Locale. Poi la realizzazione della Vigevano-Malpensa: penso che vada realizzata una viabilità a due corsie per senso di marcia che da Milano arrivi ad Abbiategrasso e poi Vigevano e risalga anche la zona del magentino. Un no fermo è invece il mio per una infrastruttura invasiva con cavalcavia e nessuna intersezione a raso. Per tutte queste ragioni, affronto una campagna elettorale basata sul rapporto di conoscenza territoriale che mi sono costruita in questi 14 anni di lavoro come amministratore a Cusago”.

Roberto Masiero

ROBERTO masieroRoberto Masiero, consigliere comunale della lista civica Insieme per Corsico e ora corre in Regione con la lista Gori Presidente: “Da Consigliere Comunale nella lista civica Insieme per Corsico ho avuto modo di constatare come i nostri piccoli Comuni non riescano più a far fronte da soli alla  domanda di servizi dei cittadini, alle crescenti fragilità sociali e alla mancanza di lavoro. Solo lavorando insieme le varie amministrazioni possono essere in grado di far fronte all’esigenza di rilanciare lo sviluppo del nostro territorio, attirare nuove aziende e lavoro qualificato, sviluppare un piano adeguato per la mobilità, i trasporti, l’ambiente e lo sviluppo urbano.

Occorre lavorare insieme per tutelare e sostenere il commercio di vicinato, minacciato dallo strapotere della grande distribuzione. Per questo, occorre proteggere e rigenerare i centri storici come centri commerciali naturali, evitando che il nostro territorio venga colonizzato dagli ipermercati e da medie strutture di vendita: il commercio di vicinato è la migliore garanzia per la coesione sociale e per la sicurezza della nostra popolazione.

E per tutto questo occorre modificare il ruolo della Regione, che oggi tende a centralizzare tutte le scelte, ad asfissiare la Città metropolitana e a ridurre i Comuni a sportelli operativi. Agli enti locali va invece decentrata la responsabilità di fornire servizi di prossimità ai cittadini, mentre la Regione deve svolgere un ruolo di regia, di innovazione e di progettazione, cui oggi non è in grado realmente di adempiere.

Silvia Scurati

silvia scuratiSilvia Scurati, vicesindaco, Lega Nord, di Corsico: “Voglio far sentire in Regione la voce dei cittadini del Sud Milano, che da anni aspettano soluzioni per la mobilità, la sicurezza e il sociale. La mia esperienza da amministratrice mi ha portato a toccare con mano i problemi di questo territorio: ci sono fasce deboli della popolazione da tutelare. Nel contempo, vi è la necessità di evitare che la criminalità organizzata trovi terreno fertile, monitorando la forte presenza di cittadini stranieri.

Se eletta, sarò a fianco dei sindaci nel promuovere una cultura della legalità e nel fornire un supporto per le fasce deboli della popolazione. Viabilità e trasporti pubblici, per collegare meglio l’hinterland a Milano. La sicurezza, con la lotta contro illegalità e clandestinità e un supporto alle donne vittime di violenza: porterò in Regione la voce delle donne e di tutti i cittadini che chiedono solo il diritto di stare tranquilli fuori e dentro casa. Istruzione e sport, con la promozione di bandi per modernizzare le strutture scolastiche.

Lavoro e commercio, col supporto a piccole e medie imprese, alle attività locali e alle start-up di giovani imprenditori. Il territorio, con la tutela del paesaggio e delle sue bellezze. Poi sociale e sanità, con l’obiettivo di incrementare sul territorio i servizi per famiglie, anziani e disabili, e la sussidiarietà.”

Roberta Campagna

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente