Giornale dei Navigli > Motori > Nuovo Suzuki Jimny, ecco la versione Sierra

GDL Motori

Motori
0 commenti.

Nuovo Suzuki Jimny, ecco la versione Sierra

Quarta generazione del compatto fuoristrada: la versione Keicar sarà destinata per il mercato giapponese, Sierra per tutti gli altri

Scritto da:

Benvenuto al nuovo Suzuki Jimny. È stata presentata la gamma, formata da due versioni: Keicar (destinata solo al mercato giapponese) e Sierra (anche per gli altri mercati). La quarta generazione del compatto fuoristrada, prodotta nello stabilimento Suzuki a Kosai, sarà equipaggiato, per il Giappone, con due gruppi motopropulsori da 0,66 litri turbo e 1,5 litri aspirato. Saranno installati longitudinalmente su una piattaforma con telaio a traliccio, sospensioni multilink con ponte rigido e trasmissione automatica e manuale, con riduttore.

Il nuovo Suzuki Jimny

Alle performance da inarrestabile fuoristrada duro e puro, si associano, nella quarta generazione di Jimny, sicurezza e confort inediti. Cresce l’attesa del lancio della corrispondente versione destinata all’Italia, uno dei mercati di maggior successo per l’iconico fuoristrada che sin dall’inizio degli anni ’80 ha reso celebre il marchio Suzuki nel segmento dei 4×4 compatti.

Un semestre di successo

Dopo un 2017 in cui è risultata la Casa in maggior crescita tra le prime trenta del mercato italiano, Suzuki conferma il suo trend positivo anche nel 2018. Il primo semestre si chiude, infatti, a 17671 immatricolazioni (+3,97% rispetto al primo semestre 2017) in un mercato in calo del 1,45%. Segnando così un incremento di quota di mercato che passa dall’ 1,49% all’ 1,58% del semestre appena concluso. In maggio, in particolare, Suzuki Italia ha registrato 3.218 immatricolazioni, valore che ha fatto del nostro Paese il primo mercato per Suzuki in Europa. L’Italia è seguita in questa classifica dal Regno Unito e dalla Germania, rispettivamente a 3.117 e 3.003 unità.

L’articolo Nuovo Suzuki Jimny, ecco la versione Sierra proviene da motori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente