Giornale dei Navigli > Cultura e turismo > Harry Potter Milano: da oggi la città si trasforma in Hogwarts
Cultura e turismo Naviglio grande -

Harry Potter Milano: da oggi la città si trasforma in Hogwarts

Milano sarà l'unica tappa italiana del tour europeo dell’esposizione-evento che è partita nel 2009 da Chicago.

harry potter milano

Harry Potter Milano: da oggi la città si trasforma in Hogwarts.

Harry Potter Milano: da oggi la città si trasforma in Hogwarts

MILANO – Ha aperto i battenti oggi, 12 maggio, la grande mostra «Harry Potter – The Exhibition» alla Fabbrica del Vapore di Milano. L’esposizione-evento che ricrea il mondo magico di Harry Potter, il maghetto nato dalla penna di J. K. Rowling occupa un’area di 1.600 metri quadrati e sarà aperta fino al 9 settembre.

A 20 anni dal primo libro

Sono passati 20 anni dall’uscita del primo libro della famosissima saga e 17 anni dall’uscita nelle sale del primo film e da quel momento anche da noi è scoppiata la HarryPottermania, facendo la fortuna di Adriano Salani Editore che ha venduto più di 11 milioni di copie dei 7 romanzi scritti dalla Rowling. Senza contare i botteghini sbancati con gli 8 film che compongono la saga.

Harry Potter Milano unica tappa italiana

Milano sarà l’unica tappa italiana del tour europeo dell’esposizione-evento che è partita nel 2009 da Chicago e che prima di sbarcare in Italia ha registrato più di 4 milioni di visitatori complessivi tra America, ed Europa.

La visita (SPOILER ALERT)

All’ingresso i visitatori verranno suddivisi  secondo le quattro Case di Hogwarts (Grifondoro, Tassofrasso, Corvonero e Serpeverde) e verranno poi accompagnati da una guida-padrone di casa lungo il percorso espositivo dove si potranno vedere dal vivo oggetti di scena, installazioni interattive e accurate riproduzioni.

Dal Cappello parlante che smista i visitatori nelle varie case di Hogwarts, accompagna attraverso gli spazi più emblematici raccontanti nei film e nei libri: dalla sala comune dei Grifondoro ai campi di allenamento di Quidditch, dalla capanna di Hagrid, dove è possibile scattarsi un selfie sulla sua poltrona gigante, alla Foresta proibita con le sue creature magiche e spaventose fino alla sala dedicata al gioco del Quiddich, tra divise delle diverse squadre, boccino d’oro, Nimbus 2000 (la scopa volante di Harry) e al minicampo da gioco dove esercitarsi a lanciare la Pluffa.

La magia nera trova spazio con Lord Voldemort e i suoi seguaci Mangiamorte. Il finale spetta alla Sala Grande, forse la più ricca di storie: dallo scrigno del Calice di fuoco alla Coppa Tremaghi, dai vestiti per il Ballo del Ceppo a quelli di Silente e McGranitt, dalle pasticche vomitose ai Doni della morte, da Dobby alla spada di Godric Grifondoro, che congeda i visitatori, la tappa finale abbraccia quasi tutti i momenti della saga in un tripudio finale.

In collaborazione con Comune di Milano

La manifestazione giunge in Italia voluta fortemente non solo dagli organizzatori ma anche dal Comune di Milano. Sull’iniziativa il vicesindaco Anna Scavuzzo ha sottolineato l’importanza di un’iniziativa del genere “che fonde una proposta culturale e un momento di spettacolo suggestivo, che unisce generazioni diverse e conferma la vocazione internazionale della città.”

Come visitare la mostra

L’apertura al pubblico sarà tutti i giorni dalle ore 10.00, fatta eccezione del lunedì (ore 15.00). La chiusura, invece, sarà fissata alle ore 22.00, tranne che nei giorni di venerdì, sabato e domenica, quando verrà posticipata alle ore 23.00. Attenzione! È consigliato, se non obbligatorio, prenotare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente