Giornale dei Navigli > Cucina > Tartare di salmone e coriandolo, ecco come prepararla

GDL Cucina

Cucina
0 commenti.

Tartare di salmone e coriandolo, ecco come prepararla

Perfetta per l’estate, un capolavoro delicato di sapori. In più è semplice da preparare

Scritto da:

State cercando un piatto fresco e delizioso capace di stuzzicare la vostra golosità estiva? Bene, ecco per voi la tartare di salmone e coriandolo. Scopriamo di che cosa si tratta.

Tartare di salmone e coriandolo, gli ingredienti

300 grammi di polpa di salmone fresco. 100 grammi di polpa di gamberi freschi e crudi. Due cucchiaini di rafano fresco grattugiato. Due ciuffi di coriandolo fresco. 3-4 cucchiai di succo di limone. Due cucchiai d’olio extravergine d’oliva, sale e pepe nero q.b.

Tartare di salmone e coriandolo, il procedimento

Con un coltello affilato tritate finemente il salmone e i gamberi. Metteteli in una terrina e mescolateli con il rafano, la metà del succo di limone e dell’olio, sale e pepe. Aiutandovi con due cucchiai formate delle polpettine ovali di pesce; con le foglie di coriandolo formate un letto sul piatto da portata e adagiatevi le polpettine. Lasciate in frigorifero, coperto con la pellicola per alimenti, fino al momento di servire. Emulsionate l’olio e il succo di limone rimasti insieme a un pizzico di sale, versate la salsina sul pesce e servite.

Tartare di salmone e coriandolo, il valore energetico

Il coriandolo fresco si trova in alcuni negozi di specialità orientali o presso i fruttivendoli specializzati in erbe aromatiche. Se non lo trovate, sostituitelo con aneto fresco o con prezzemolo. Il valore energetico di ogni porzione è di 197 chilocalorie (kJ 824), quindi tipicamente estivo. La ricetta proposta è per quattro persone.

L’articolo Tartare di salmone e coriandolo, ecco come prepararla proviene da Cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente