Giornale dei Navigli > Cucina > Cucina comasca, fra pesce di lago, carne e selvaggina

GDL Cucina

Cucina
0 commenti.

Cucina comasca, fra pesce di lago, carne e selvaggina

Con una cena avrete modo di scoprire la grande varietà di piatti e di ricette che, nei secoli, sono diventate parte della tradizione locale

Scritto da:

Cucina comasca: grazie alla presenza del lago e di numerosi fiumi, è particolarmente centrata sul pesce. Non per niente, Como è definita da molti la città dei “missoltitt”, gli agoni del Lario, pesci pescati tra maggio e giugno, fatti essiccare al sole su appositi trespoli di legno e poi pressati in scatole di latta insieme a foglie di lauro. Non potrete fare a meno di assaggiarli. La cucina comasca è per alcuni versi molto simile alla milanese, oltre al pesce ha però delle sue specialità esclusive.

I piatti della cucina comasca

Ricordiamo la famosa polenta “unta”, per esempio, o gli aglioni che poi sono cotechini all’aglio dal sapore veramente caratteristico. Sul Lario, se siete fortunati trovate ancora chi vi cucina polli veramente ruspanti, fagiani ripieni, oca arrosto e, tra le verdure, gli asparagi. Assaggiateli con la pancetta: si fondono in un mix di sapori davvero inimitabile.

L’articolo Cucina comasca, fra pesce di lago, carne e selvaggina proviene da Cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente