Giornale dei Navigli > Cronaca > Undici arresti e oltre 4mila controlli per gli agenti della Polfer
Cronaca Naviglio grande -

Undici arresti e oltre 4mila controlli per gli agenti della Polfer

Una settimana intensa per la Polizia Ferroviaria: 627 le pattuglie in stazione, 4.256 persone identificate.

undici arresti

Undici arresti e oltre 4mila controlli per gli agenti della Polfer.

Undici arresti e oltre 4mila controlli per gli agenti della Polfer

MILANO – Una settimana intensa per la Polfer che ha identificato 4.256 persone, di cui 1.435 stranieri (13 irregolari).

I numeri

54 le contravvenzioni elevate, 11 arresti e 52 denunce in stato di libertà di cui due a carico di minorenni. 27 i veicoli controllati, 627 le pattuglie in stazione, 592 i treni scortati a opera degli agenti della polizia ferroviaria della Lombardia.

Spaccio e furti

Ecco alcune delle operazioni messe a segno dagli agenti: un 39enne del Pakistan è stato arrestato dalla Polfer Milano Bovisa, era ricercato con un mandato d’arresto internazionale per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina emesso dalla Slovenia. In manette anche un 19enne accusato di spaccio a Milano Centrale e un ragazzo di 20 anni per lo stesso reato: aveva in tasca 204 grammi di cocaina. In arresto anche un 27enne che ha provato a rubare la borsa a un viaggiatore e ad aggredire la vittima. Un altro uomo ha tentato di rubare lo zaino a un passeggero che attendeva il treno, ma l’intervento degli agenti ha consentito di bloccare il ladro. Hanno provato a portare via il bagaglio a un viaggiatore anche due ragazzi di 18 e 25 anni, ma anche in questo caso i poliziotti sono riusciti a fermare i ladri e a restituire alla vittima la valigia.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente