Giornale dei Navigli > Cronaca > Un bimbo di San Donato ha rischiato di annegare in piscina aspirato dal bocchettone
Cronaca San Donato -

Un bimbo di San Donato ha rischiato di annegare in piscina aspirato dal bocchettone

L'episodio oggi alle 13 nella piscina di un camping a Borgio Verezzi

annegare in piscina

Un bimbo di San Donato ha rischiato di annegare aspirato dal bocchettone della piscina.

Un bimbo di San Donato ha rischiato di annegare aspirato dal bocchettone della piscina

BORGIO VEREZZI – Ora si trova ricoverato al Gaslini di Genova dove è stato rapidamente trasferito con l’elicottero “Drago” dei Vigili del fuoco di Genova. Il bambino è stato messo in osservazione e non sarebbe in pericolo di vita.

La dinamica

Dalle prime informazioni raccolte sembra che il bambino stesse tranquillamente facendo il bagno nella piscina del “Park Mara” di  Borgio Verezzi, quando, per cause ancora in corso di accertamento, è stato risucchiato dal bocchettone dell’aria della piscina rischiando di annegare. Il bambino, nove anni, di origini brasiliane, residente a San Donato Milanese, è stato soccorso dal bagnino, che non vedendolo più a galla si è prontamente gettato in acqua. Nonostante gli sforzi la pressione era tale da impedire di staccare il bambino dal bocchettone d’aspirazione della vasca con la sola forza e quindi il bagnino è riemerso per disinserire la pompa, rituffarsi in acqua e portare a galla il piccolo. A quel punto il bambino era in arresto cardiocircolatorio.

Soccorsi immediati

Il caso fortunatamente ha voluto che fossero presenti due infermieri di Pavia, in vacanza presso la struttura, che hanno seguito la rianimazione del bambino fino all’arrivo del 118 e dell’elicottero. Sul posto anche i carabinieri per svolgere le indagini del caso e capire se si è trattato di un malfunzionamento dell’impianto.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente