Giornale dei Navigli > Cronaca > Turista sequestrata nel McDonald’s, picchiata e molestata: arrestato inserviente del fast food
Cronaca Naviglio grande -

Turista sequestrata nel McDonald’s, picchiata e molestata: arrestato inserviente del fast food

L’uomo, un 37enne di origine egiziana, avrebbe aggredito la donna intorno alle 2 del mattino del 4 novembre scorso.

sequestrata nel McDonald's

Turista sequestrata nel McDonald’s, picchiata e molestata: arrestato inserviente del fast food.

Turista sequestrata nel McDonald’s, picchiata e molestata: arrestato inserviente del fast food

MILANO – Il McDonald’s era chiuso, poco dopo le 2 del mattino, ma dentro era rimasto l’inserviente a fare le pulizie, un egiziano di 37 anni. È stato lui, lo scorso 4 novembre, ad aprire le porte sul retro alla turista russa, una ragazza di 26 anni che cercava una rete wifi per collegarsi a internet e contattare il referente di couchsurfing, l’app che mette a disposizione posti letto ai turisti.

Le telecamere del locale riprendono tutto

L’uomo si è offerto di aprire il ristorante e di farla collegare alla rete disponibile ma in pochi minuti la ragazza si è trovata a dover lottare contro l’uomo che si era dimostrato tanto gentile. Il 37enne, sposato e con figli, ha iniziato a palpeggiare la giovane, poi le ha messo le mani addosso, appena si è rifiutata di sottostare alle sue molestie, e le ha sferrato un pugno in volto che le ha fratturato il naso. Le telecamere del locale riprendono tutto, fino alla fuga della giovane che con la scusa di andare in bagno riesce a sfuggire al suo aguzzino che nel frattempo le ha sequestrato il telefono.

Durante la fuga incrocia la macchina della polizia

La donna, durante la fuga, incrocia la macchina della polizia. Gli agenti la portano subito in ospedale per accertare le condizioni di salute, poi chiamano un interprete che raccoglie la testimonianza. Grazie al telefono lasciato nelle mani dell’aggressore, il 37enne viene rintracciato e arrestato. Dovrà ora rispondere dell’accusa di violenza sessuale, rapina, lesioni e sequestro di persona. La donna è stata dimessa con 20 giorni di prognosi.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente