Giornale dei Navigli > Cronaca > Topi a scuola, i genitori protestano ma l’istituto rimane aperto
Cronaca Naviglio grande -

Topi a scuola, i genitori protestano ma l’istituto rimane aperto

Genitori e insegnanti chiedono in coro che i figli vengano lasciati a casa fino a deratizzazione completa.

topi a scuola

Topi a scuola, i genitori protestano ma l’istituto rimane aperto.

Topi a scuola, i genitori protestano ma l’istituto rimane aperto

MILANO – L’avviso è stato diffuso dal Codacons Lombardia, dopo aver ricevuto la segnalazione da famiglie e docenti dell’istituto: “Escrementi di topo alla scuola Confalonieri di Milano. Genitori e insegnanti chiedono in coro che i figli vengano lasciati a casa”, titola il comunicato stampa diffuso da Codacons.

Succede all’Istituto Comprensivo Confalonieri in via Crespi

“Un episodio gravissimo di degrado e noncuranza all’Istituto Comprensivo Confalonieri in via Crespi, dove genitori e insegnanti hanno chiesto a gran voce che gli alunni vengano lasciati a casa in ragione della presenza di escrementi di topo a scuola – prosegue –. Nonostante la segnalazione del personale docente però, il dirigente scolastico dell’Istituto sembrerebbe non essere affatto intervenuto, tanto che l’ufficio derattizzazione del Comune afferma che non c’è stato alcun intervento presso l’istituto. Non ci si può permettere di giocare in questo modo con la salute e la sicurezza di tutti coloro che frequentano l’istituto, a iniziare dagli alunni e di tutto il personale docente.

I genitori chiedono che l’Istituto venga chiuso fino a deratizzazione completa

Gli escrementi potrebbero voler dire presenza di topi all’interno dell’Istituto con tutte le possibili conseguenze dal punto di vista sanitario. Chiediamo che l’Istituto venga chiuso fino a deratizzazione completa, con rassicurazione che nessuno rischierà la propria salute”.

La posizione della dirigente scolastica

Ma la dirigente avrebbe diffuso ieri una circolare: “A seguito di intervento effettuato dagli uffici preposti nulla osta alla regolare apertura del plesso”. Una derattizzazione, quindi, senza chiusura temporanea della scuola. Una procedura che preoccupa le famiglie: i genitori hanno infatti deciso di tenere i bambini a casa, dopo aver diffuso alcune immagini degli escrementi ritrovati nelle aule.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente