Giornale dei Navigli > Cronaca > Tentano rapina ad una banca, i poliziotti si fingono clienti e li arrestano (VIDEO)
Cronaca Naviglio grande -

Tentano rapina ad una banca, i poliziotti si fingono clienti e li arrestano (VIDEO)

La banda, per mettere a segno il colpo, aveva indossato parrucche, occhiali da sole.

rapina banca

Tentano rapina ad una banca, i poliziotti si fingono clienti e li arrestano.

Tentano rapina ad una banca, i poliziotti si fingono clienti e li arrestano

BUSTO ARSIZIO – Per mettere a segno il colpo, una rapina da oltre 120mila euro, la banda aveva indossato parrucche, occhiali da sole, i componenti si erano ricoperti i palmi delle mani con colla tipo attack per non lasciare impronte ed erano armati di taglierini.

La banda

Gli agenti della Squadra Mobile di Milano, in collaborazione con il personale del Commissariato di Busto Arsizio, seguivano il capo della banda da tempo: si tratta di quattro palermitani, di 47, 43, 38 e 35 anni, tutti pregiudicati. Seguendo gli spostamenti di uno dei componenti, i poliziotti sono riusciti a individuare il gruppo e a bloccare i rapinatori prima che potessero mettere a segno il colpo.

L’intervento dei poliziotti

Uno degli agenti ha finto di prelevare soldi al bancomat, all’interno della filiale Ubi Banca di corso Italia, con un poliziotto complice al suo fianco. Quando uno dei rapinatori è entrato dalla porta, lo hanno immobilizzato in pochi istanti. I quattro sono stati arrestati e dovranno rispondere dell’accusa di tentata rapina. Sono in corso le indagini della Squadra Mobile per accertare la responsabilità degli arrestati e di eventuali complici per rapine commesse in altre banche a Milano.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente