Giornale dei Navigli > Cronaca > Spray al peperoncino spruzzato a scuola, alunni intossicati
Cronaca Naviglio grande -

Spray al peperoncino spruzzato a scuola, alunni intossicati

L’allarme è scattato pochi minuti prima di mezzogiorno nella scuola media Gemelli di via Pescarenico.

Spray al peperoncino

Spray al peperoncino spruzzato a scuola, alunni intossicati.

Spray al peperoncino spruzzato a scuola, alunni intossicati

MILANO – Il bilancio è di 35 ragazzi coinvolti, di cui due portati in ospedale in codice giallo, al pronto soccorso dalla clinica De Marchi e a quello del San Paolo.

E’ successo intorno a mezzogiorno in una scuola media

L’allarme è scattato pochi minuti prima di mezzogiorno nella scuola media Gemelli di via Pescarenico al civico 2. Qualcuno ha spruzzato lo spray al peperoncino all’interno dei bagni che ha provocato fastidi alla gola, difficoltà a respirare, bruciore agli occhi e tosse negli alunni.

Il bilancio della “bravata”

Una 13enne, asmatica, è stata soccorsa sul posto e poi portata in ospedale da una delle sette ambulanze intervenute sul posto, insieme a due automediche. Le condizioni generali sono sembrate subito preoccupanti, ma per fortuna nessuno si trova in grave pericolo. In totale, sono stati visitati sul posto 35 alunni, tutti tra gli 11 e i 13 anni che hanno lamentato difficoltà a respirare. Sul posto anche i vigili del fuoco che hanno fatto evacuare la scuola e hanno provveduto a bonificare la struttura.

Indagini dei carabinieri in corso

Allertati anche i carabinieri che stanno conducendo le indagini per individuare i responsabili del gesto. All’origine della maxi emergenza ci sarebbe una “bravata”: due ragazzini avrebbero spruzzato la sostanza pericolosa di proposito, ma le indagini dei militari sono ancora in corso.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente