Giornale dei Navigli > Cronaca > Sequestrato e seviziato dal branco, 15enne finisce in neuropsichiatria
Cronaca Naviglio grande -

Sequestrato e seviziato dal branco, 15enne finisce in neuropsichiatria

A Varese il 9 novembre scorso. Il ragazzino ora è in ospedale a causa del trauma subito.

Sequestrato e seviziato

Sequestrato e seviziato dal branco, 15enne finisce in neuropsichiatria.

Sequestrato e seviziato dal branco, 15enne finisce in neuropsichiatria

15enne sequestrato e seviziato per ore da un gruppo di coetanei in un box. E’ accaduto a Varese il 9 novembre scorso. Il ragazzino era appena uscito da scuola.

15enne sequestrato e seviziato

Sequestrato e torturato per ore in un box da un gruppo di coetanei. E’ successo a Varese. Vittima, secondo quanto riportato dal nostro quotidiano online Varesesettegiorni.it, un ragazzino di 15 anni. Il giovane il 9 novembre scorso, appena uscito da scuola sarebbe stato prelevato dal gruppo di coetanei e portato in un box. Qui, secondo il suo racconto, lo avrebbero legato a una sedia con cavi elettrici, obbligato a spogliarsi gli avrebbero lanciato delle secchiate di acqua fredda addosso. Non contenti sembra lo abbiano costretto anche a fumare marijuana.

Il ricovero in neuropsichiatria

La vittima, una volta tornata a casa, ha raccontato tutto ai genitori che lo hanno portato al pronto soccorso. Dopo diversi controlli i medici, nei giorni seguenti all’aggressione, hanno deciso di ricoverarlo in neuropsichiatria per le conseguenze del trauma subito. Intanto la Polizia è riuscita ad individuare i responsabili, che sarebbero quattro minorenni della stessa età della vittima. Leggi su VareseSettegiorni.it il movente che avrebbe scatenato l’aggressione nei confronti del ragazzino.

In Brianza giovani costretti a subire la roulette russa

Solo ieri in Brianza la notizia di un altro bruttissimo episodio di cronaca. Tre spacciatori italiani sono finiti in manette per aver sequestrato e costretto a subire la “roulette russa” tre giovani pusher (due 18enni e un 17 enne appunto), puntandogli una calibro 38 carica alla testa, colpevoli di aver fatto sparire una partita di droga, rivenduta ad un quarto giovane, rintracciato e arrestato a sua volta per detenzione di droga.

Leggi anche Roulette russa tra giovani per un debito di droga

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

FACEBOOK

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente