Giornale dei Navigli > Cronaca > Scomparso da casa tre mesi fa, era morto il giorno stesso sotto un treno
Cronaca Trezzano -

Scomparso da casa tre mesi fa, era morto il giorno stesso sotto un treno

Tragica fine per Giovannino Sepielli che mancava da casa da ottobre.

scomparso da casa

Scomparso da casa tre mesi fa, era morto il giorno stesso sotto un treno.

Scomparso da casa tre mesi fa, era morto il giorno stesso sotto un treno

Tragica fine per Giovannino Sepielli, 81enne di Limbiate.

Scomparso da casa tre mesi fa

Del pensionato non si avevano più notizie dal 4 ottobre, da quando si era allontanato dalla sua abitazione a Limbiate. L’anziano aveva più volte manifestato il desiderio di tornare in Puglia, nel suo paese d’origine. Ma nessuno avrebbe mai pensato che una mattina avrebbe deciso di farlo veramente, uscendo da casa con un cartone arrotolato sotto un braccio, arrivando in treno alla stazione Cadorna di Milano, diretto a quella Centrale. Era infatti stato ripreso da una telecamera interna di una stazione di Trenord. Ma la sera stessa l’81enne era stato travolto da un treno delle Ferrovie Nord, tra Gaggiano e Trezzano.

Mercoledi sera l’annuncio in Tv a “Chi l’ha visto”

La famiglia, che in questi mesi aveva lanciato diversi appelli per ritrovarlo, lo ha appreso ieri dai carabinieri della Compagnia di Desio, che hanno curato le indagini. La trasmissione Tv “Chi l’ha visto” ha dato notizia del tragico epilogo della vicenda nella puntata di mercoledì sera. Giovedì 10 gennaio la redazione della trasmissione Rai ha infatti informato con una nota che l’anziano scomparso il 4 ottobre era morto la sera stessa, investito da un treno delle Ferrovie Nord. Dal sito del programma è stata contemporaneamente rimossa la scheda con i dati dello scomparso.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DIOGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente