Giornale dei Navigli > Cronaca > Scivola nel Naviglio e rischia di annegare: salvata dai carabinieri VIDEO e FOTO
Cronaca Trezzano -

Scivola nel Naviglio e rischia di annegare: salvata dai carabinieri VIDEO e FOTO

Due vigilantes a bordo della vettura si sono fermati, uno si è tuffato subito in acqua e ha provato ad afferrare la ragazza.

scivola nel naviglio

Scivola nel Naviglio e rischia di annegare: salvata dai carabinieri.

Scivola nel Naviglio e rischia di annegare: salvata dai carabinieri

TREZZANO SUL NAVIGLIO – Era scivolata dal ponte Gobbo, poco lucida perché sotto l’effetto di qualche bicchiere di troppo. Un tuffo nel Naviglio gelato, poco dopo la mezzanotte, in via Vittorio Veneto. Alcuni ragazzi che passavano di lì hanno urlato aiuto e in quel momento una pattuglia della vigilanza privata che stava girando sul territorio si è accorta del movimento.

L’intervento delle Guardie giurate e dei Carabinieri

I due vigilantes a bordo della vettura si sono fermati, uno si è tuffato subito in acqua e ha provato ad afferrare la ragazza che veniva trascinata via dalla corrente. Sono giunti anche i carabinieri di Trezzano sul Naviglio: un militare si è gettato nel Naviglio ed è riuscito a prendere per il braccio la giovane, una 28enne di origini russe, aiutato dalla collega che lo seguiva dal bordo del corso d’acqua.

I sanitari subito sul posto

Insieme, hanno portato in salvo la ragazza che, per fortuna, ha riportato solo un principio di assideramento. Controllati sul posto anche il carabiniere e la guardia giurata che si sono tuffati in acqua. La ragazza è stata portata in ospedale in codice giallo e anche la guardia giurata (un codice verde) per controlli. Nessuno si trova in gravi condizioni.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente