Giornale dei Navigli > Cronaca > Progetto per una nuova piazza Foglia, ma il Comitato Occhi Aperti dice di no
Cronaca Rozzano -

Progetto per una nuova piazza Foglia, ma il Comitato Occhi Aperti dice di no

“Gentile signora sindaco, questo albero è mio e di tutti i cittadini di Rozzano ....Le chiedo espressamente di non abbatterlo. Grazie”

nuova piazza foglia

Progetto per una nuova piazza Foglia, ma il Comitato Occhi Aperti dice di no.

Progetto per una nuova piazza Foglia, ma il Comitato Occhi Aperti dice di no

ROZZANO – “Scriviamo dei fogli e attacchiamoli – con gentilezza, senza deturparli, ovviamente – sugli alberi del parco giochi dei bimbi”. A lanciare l’appello e la forma di protesta, è il Comitato Occhi Aperti di Rozzano che vuole sollevare la questione del taglio degli alberi in piazza Foglia, un intervento deciso dall’Amministrazione per rendere maggiormente fruibile lo spazio proprio di fianco al Comune. Non la pensa così il comitato ambientalista che già si era battuto per la chiusura del cinema teatro Fellini e ora torna in piazza per lottare contro gli abbattimenti previsti.

Il testo del messaggio da attaccare sugli alberi

Per questo, il comitato ha deciso di stampare una lettera e di attaccarla agli alberi: “Gentile signora sindaco, questo albero è mio e di tutti i cittadini di Rozzano. Ci dà vita, salute, benessere. Non disturba nessuno, non è deplorevole, i mercanti non chiedono di abbatterlo. Le chiedo espressamente di non abbatterlo. Grazie”, questo il testo del messaggio che il comitato vuole attaccare su tutti gli esemplari che verranno abbattuti per ricostruire la piazza e renderla più funzionale anche allo svolgimento del mercato.

L’intervento deciso dall’amministrazione

Un progetto finanziato con 4,5 milioni di euro da un bando di Città metropolitana, con l’obiettivo di “rendere attrattiva la zona e creare un vero e proprio centro di cui Rozzano è sprovvisto. Un luogo per famiglie, anziani, ragazzi e associazioni. Funzionale e versatile”.

Il Comitato non ci sta

Ma il Comitato Occhi aperti si schiera contro un progetto che “non può essere messo in atto così, abbattendo alberi che sono lì  da una vita e sono ormai patrimonio cittadino. Le piante vanno salvate”.

FG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente