Giornale dei Navigli > Cronaca > I poliziotti sventano tre furti in poche ore
Cronaca Naviglio grande Sud Milano -

I poliziotti sventano tre furti in poche ore

Fondamentali le segnalazioni alle forze dell'ordine da parte dei vicini.

poliziotti sventano furti

I poliziotti sventano tre furti in poche ore.

I poliziotti sventano tre furti in poche ore

MILANO – Tre furti sventati in poche ore dai poliziotti di Milano. Il primo, sabato mattina, è avvenuto nella stazione della metropolitana di Cadorna, dove un cittadino romeno di 22 anni ha sottratto il portafoglio dalla borsa di una turista che aspettava la metro, una ragazza bulgara di 25 anni. L’uomo è stato immediatamente bloccato dagli agenti della Polmetro dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura. Per lui sono scattate le manette: dovrà rispondere di furto con destrezza.

Il secondo in zona Porta Venezia

Sabato sera, altro funto sventato, questa volta in via Zambeletti, zona Porta Venezia: grazie alla segnalazione dei vicini di casa che hanno visto degli uomini arrampicarsi sui balconi delle abitazioni, gli agenti delle volanti sono intervenuti in pochi istanti. I poliziotti hanno bloccato i due ladri, due cittadini albanesi di 23 e 27 anni, e li hanno arrestati per tentato furto aggravato in concorso.

Tentato furto in via Lecchi

Poche ore dopo, si è reso necessario l’intervento degli agenti del Commissariato di Porta Ticinese per un tentativo di furto in via Lecchi, zona Romolo, dove un italiano di 18 anni ha provato a introdursi all’interno di un’abitazione. Anche in questo caso è stata fondamentale la segnalazione dei residenti che hanno chiamato il 112 per allertare le forze dell’ordine. Immediato l’intervento degli agenti che sono riusciti a bloccare e ad arrestare il ragazzo.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente