Giornale dei Navigli > Cronaca > Omicidio Rozzano | Costituiti i responsabili. Ecco chi sono
Cronaca Rozzano -

Omicidio Rozzano | Costituiti i responsabili. Ecco chi sono

Secondo le prime ricostruzioni, sarebbero motivi legati a conflitti famigliari.

Omicidio Rozzano

Omicidio Rozzano | Costituiti i responsabili. Ecco chi sono.

Omicidio Rozzano | Costituiti i responsabili. Ecco chi sono

ROZZANO – Si sono costiuiti gli autori dell’omicidio di Rozzano: sono E. S., 35 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine, e A. M., 26enne di Rozzano.

Gli autori dell’omicidio

Sarebbe lui il complice alla guida dello scooter da cui Spavone avrebbe sparato i cinque colpi, di cui quattro mortali, per uccidere A. C., 63enne di Napoli tornato a Rozzano da pochi giorni.

Interrogatori in corso

Gli inquirenti stanno procedendo ora con gli interrogatori per fare luce sul movente. Secondo le prime ricostruzioni, sarebbero motivi legati a conflitti famigliari. Una vendetta per fatti gravissimi all’interno del nucleo: l’omicida, secondo alcune indiscrezioni, avrebbe ucciso per vendicare molestie all’interno dell’ambito familiare.

Francesca Grillo

Nessun collegamento tra i due omicidi

Sono quindi definitivamente escluse le illazioni, apparse ieri da alcune fonti, che vedevano un collegamento tra l’omicidio di Rozzano del pomeriggio e quello avvenuto poche ore prima nella vicina Basiglio, dove un 64enne, imprenditore della Edil Italia di Binasco, era stato freddato sul suo furgone con il quale si era recato al lavoro in un cantiere della periferia della cittadina.

LEGGI ANCHE 

Fuori dalla caserma gli applausi al killer di Rozzano FOTO

 Omicidio di Rozzano, spunta ipotesi di agguato familiare

 Omicidio di Basiglio: la ricostruzione, le ipotesi, il ritratto della vittima

Omicidio di Rozzano, vicini alla soluzione del delitto VIDEO

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente