Giornale dei Navigli > Cronaca > Omicidio di Corsico, ergastolo per il killer Fabrizio Butà
Cronaca Corsico -

Omicidio di Corsico, ergastolo per il killer Fabrizio Butà

Aveva confessato l’omicidio la sera dopo aver sparato dieci colpi di pistola che avevano ucciso in via delle Querce Assian Diallo.

Omicidio di Corsico

Omicidio di Corsico, ergastolo per il killer Fabrizio Butà.

Omicidio di Corsico, ergastolo per il killer Fabrizio Butà

CORSICO – Aveva confessato l’omicidio la sera dopo aver sparato dieci colpi di pistola che avevano ucciso in via delle Querce Assian Diallo, 54enne senegalese. Fabrizio Butà, 48 anni, si era presentato in caserma dopo aver provato a scappare. Ma il messaggio gli era arrivato forte e chiaro: i carabinieri della Compagnia di Corsico erano già sulle sue tracce, e si era sentito ormai messo alle strette.

Ergastolo confermato dal gip

L’accusa era di omicidio e il gip ha ora emesso la condanna: ergastolo. Il giudice ha riconosciuto l’aggravante dei futili motivi nel processo con rito abbreviato. La vicenda risale a giugno dello scorso anno, quando il killer, che conosceva bene la vittima, lo aveva giustiziato “perché infastidiva Michela”, aveva raccontato nella lucida confessione.

Tre anni per Michela Falcetta

Michela Falcetta, 33 anni, è stata testimone oculare del delitto, condannata a tre anni per favoreggiamento e detenzione di droga e armi, quelle che i carabinieri hanno trovato nel locale pattumiera in uso alla sua famiglia, nel palazzo di via Curiel dove viveva. Secondo il racconto di Butà, il senegalese infastidiva la fidanzata, chiedendole anche dei soldi.

Per questo, aveva deciso di giustiziarlo in strada. Poi aveva nascosto la pistola nel locale pattumiera della fidanzata e aveva passato la notte al parco Cabassina, pronto alla fuga. Ma i carabinieri di Corsico hanno lavorato un giorno e una notte interi, senza sosta, per riuscire a ricostruire gli ultimi attimi di vita di Diallo e il rapporto con il suo assassino.

I due si conoscevano, si incontravano spesso al bar Erica proprio dove, all’esterno, è avvenuto l’omicidio. Entrambi facevano uso di cocaina, secondo le indagini, così come la fidanzata di Butà. Il killer era già finito in carcere, nel 1998 per un altro omicidio: aveva ammazzato un uomo con un fucile a canne mozze, scambiandolo per un’altra persona.

FG

LEGGI ANCHE:

 Omicidio Corsico, caccia ai complici del killer

 Confessione Omicidio Corsico, le parole di Butà: Infastidiva la mia compagna

 Droga e brutte amicizie: le ombre dietro l’omicidio di Assan a Corsico

 Freddato in strada, morto un 54enne in via Curiel a Corsico. Omicidio a sfondo razzista o droga? FOTO e VIDEO

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente