Giornale dei Navigli > Cronaca > Omicidio a Rozzano, killer e complice chiedono il rito abbreviato
Cronaca Rozzano -

Omicidio a Rozzano, killer e complice chiedono il rito abbreviato

I fatti risalgono al 25 febbraio scorso, quando un uomo di 63 anni era stato freddato in un agguato a colpi di pistola in strada.

Omicidio a Rozzano

Omicidio a Rozzano, killer e complice chiedono il rito abbreviato.

Omicidio a Rozzano, killer e complice chiedono il rito abbreviato

ROZZANO – Hanno scelto il rito abbreviato i responsabili dell’omicidio dello scorso 25 febbraio, quando il 35enne di Rozzano ha ucciso il suocero in un agguato in strada.

L’omicidio lo scorso 25 febbraio

Il killer ha sparato cinque colpi, di cui quattro mortali, per ammazzare il suocero 63enne che da Napoli era tornato a Rozzano da pochi giorni. L’omicida aveva raccontato di aver sparato all’uomo perché accusato di aver abusato della figlia di 8 anni. Si era avvicinato al parcheggio di via Venezia, di fianco al supermercato, in sella a uno scooter, guidato da un complice di 26 anni, anche lui di Rozzano. Aveva tirato fuori la pistola e sparato, davanti ai bambini che giocavano nel parchetto vicino e ad alcuni famigliari della vittima. Le indagini lampo dei carabinieri avevano consentito di rintracciare subito i colpevoli che, messi alle strette, si erano costituiti poco dopo.

La richiesta del rito abbreviato

Ora i due hanno chiesto di procedere con rito abbreviato, che prevede un terzo dello sconto di pena. La prima udienza davanti al Gup Luigi Gargiulo è stata fissata per il prossimo 31 ottobre. I due dovranno rispondere dell’accusa di omicidio premeditato aggravato.

Il “black out” alla vista del suocero

Il killer ha raccontato di aver avuto “un black out” alla vista del suocero: la sua bambina aveva parlato proprio quel pomeriggio degli abusi subiti dal nonno (padre della sua compagna) durante un incidente probatorio. Il 36enne aveva anche scagionato il complice, sostenendo di averlo tenuto all’oscuro di tutto. Secondo le indagini, il suocero potrebbe essere stato attirato in una trappola, facendolo salire da Napoli a Rozzano proprio per ucciderlo.

LEGGI ANCHE:

Ucciso a Rozzano, 5 colpi sparati in strada FOTO e VIDEO

Fuori dalla caserma gli applausi al killer di Rozzano FOTO

Omicidio di Rozzano, spunta ipotesi di agguato familiare

Omicidio Rozzano | Costituiti i responsabili. Ecco chi sono

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente