Giornale dei Navigli > Cronaca > Nubifragio del weekend, la conta dei danni FOTO
Cronaca Buccinasco Rozzano -

Nubifragio del weekend, la conta dei danni FOTO

Disagi si sono riscontrati in diversi comuni del territorio.

Nubifragio del weekend

Nubifragio del weekend, la conta dei danni.

Nubifragio del weekend, la conta dei danni

BUCCINASCO – Il maltempo del weekend ha provocato danni su parte del territorio.

Nessun ferito

Vento e pioggia battente hanno causato soprattutto allagamenti e alberi abbattuti dalle raffiche. Per fortuna, nessun ferito, anche se alcune macchine hanno riportato danni, con le piante crollate su tettucci e parabrezza, e altri disagi si sono riscontrati in alcune parti delle città.

Colpiti diversi comuni del territorio

Per esempio, ad Assago, dove un albero caduto proprio in mezzo alla strada ha richiesto l’intervento dei vigili del fuoco di Pieve Emanuele, giunti sul posto in pochi minuti per segare il tronco e liberare la carreggiata. Disagi anche a Rozzano e Buccinasco, dove è scesa in campo la Protezione civile che ha consentito di liberare subito strade e spazi verdi da rami abbattuti dal vento. I volontari, che si sono messi subito a disposizione per la cura del territorio, hanno fatto un giro della città anche per fare un controllo generale e segnalare agli uffici competenti cartelli stradali o di indicazioni caduti al suolo e grossi rami abbattuti.

SFOGLIA LA GALLERY:

Ringraziamenti del sindaco Pruiti

“Ringrazio come sempre il nostro gruppo di Protezione civile – ha commentato il sindaco Rino Pruiti – che ha eseguito tutti gli interventi dopo il nubifragio tra sabato e domenica. La preventiva cura del territorio ha dato risultati sperati e non ci sono danni rilevanti. Grazie di cuore ai nostri volontari”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente