Giornale dei Navigli > Cronaca > ‘Ndrangheta, sequestrati 55mila euro a bracciante legato ai clan
Cronaca Naviglio grande -

‘Ndrangheta, sequestrati 55mila euro a bracciante legato ai clan

Il sequestro del denaro è scattato in seguito a un’operazione avvenuta a maggio

'ndrangheta

‘Ndrangheta, sequestrati 55mila euro a bracciante legato ai clan.

‘Ndrangheta, sequestrati 55mila euro a bracciante legato ai clan

MILANO – Apparteneva alla cosca dei Barbaro Castanu, che ha messo le mani anche sul territorio dell’hinterland milanese, il bracciante agricolo a cui ieri i carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Locri hanno sequestrato beni per un valore complessivo di 55mila euro.

Il provvedimento

Il decreto di sequestro è stato emesso dal Tribunale di Reggio Calabria-Sezione Misure di Prevenzione, su proposta della Procura reggina. Nella rete degli inquirenti, Domenico Agresta di Platì, ufficialmente bracciante agricolo di professione, finito tra le carte delle inchieste per traffico internazionale di droga, tentata rapina, detenzione e porto abusivo di armi. Era stato anche latitante e condannato per il sequestro di Pietro Castagno, imprenditore torinese tenuto in ostaggio per quasi un anno in Aspromonte, nel 1984.

L’operazione

Il sequestro del denaro è scattato in seguito a un’operazione avvenuta a maggio, quando i carabinieri di Locri, durante una perquisizione nei campi abusivi coltivati da Agresta, avevano trovato un bunker segreto sotterraneo dove erano nascoste armi, munizioni e il denaro, diviso in mazzette chiuse in sacchetti di plastica. Una somma che non coincideva con i redditi dichiarati dalla famiglia e che ha quindi sollevato i sospetti degli inquirenti.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente