Giornale dei Navigli > Cronaca > Rapporti con la ‘ndrangheta e corruzione: i legami con il Sud Milano degli arrestati
Cronaca Cesano Boscone Corsico -

Rapporti con la ‘ndrangheta e corruzione: i legami con il Sud Milano degli arrestati

C’è al centro anche il territorio del Sud Milano negli arresti odierni, in particolare Corsico.

'ndrangheta e corruzione

Rapporti con la ‘ndrangheta e corruzione: i legami con il Sud Milano degli arrestati.

Rapporti con la ‘ndrangheta e corruzione: i legami con il Sud Milano degli arrestati

CORSICO – Nell’inchiesta che ha portato all’arresto di 43 persone c’è al centro anche il territorio del Sud Milano, in particolare Corsico, dove ha sede, in via Togliatti, a pochi metri di distanza dalla Nuova Vigevanese, la Ecol Service, specializzata in servizi ecologici, raccolta e smaltimento rifiuti e servizi “svolti per diversi Comuni nella provincia di Milano”, si legge sul sito dell’impresa.

L’indagine tra Varese e Monza

A finire nelle carte dell’inchiesta sviluppata dalla Guardia di Finanza di Varese e dei carabinieri della Compagnia di Monza, anche Daniele D’Alfonso, arrestato insieme a politici, amministratori e imprenditori, accusati a vario titolo di associazione a delinquere, corruzione, turbativa d’asta, finanziamento illecito di partiti, false fatturazioni e abuso d’ufficio. D’Alfonso, responsabile della Ecol Service, secondo le accuse, avrebbe agevolato l’utilizzo di mezzi e persone che il clan ‘ndranghetista dei Molluso gli suggerivano da inserire dentro l’organico dei lavoratori. Lavoratori che poi venivano impiegati nelle attività riconducibili agli appalti presi attraverso le tangenti.

Pietro Tatarella

Contatti stretti tra l’imprenditore e Pietro Tatarella, candidato alle Europee in quota Forza Italia e protagonista delle ultime vicende corsichesi dopo le dimissioni dell’ex sindaco Filippo Errante. Se infatti Tatarella aveva prima accusato di tradimento i consiglieri forzisti che chiedevano l’eliminazione dell’area Conti dal piano delle alienazioni, ha poi ritrattato schierandosi dalla parte dei “suoi” consiglieri forzisti. Tatarella ha difeso il loro operato e annunciato la volontà di preparare il proprio partito per le Elezioni Comunali del 2020 a Corsico. Secondo le accuse dell’inchiesta che ha portato agli arresti questa mattina, Tatarella aveva stretti legami con l’imprenditore dei rifiuti D’Alfonso, tanto da ricevere regali, viaggi, carte di credito e migliaia di euro in consulenze fasulle proprio dall’imprenditore, in cambio di nuovi contatti politici e imprenditoriali in vista degli appalti da accaparrarsi.

Fabio Altitonante

Arrestato anche Fabio Altitonante, consigliere regionale e sottosegretario di Regione Lombardia. A Cesano la maggioranza lo definiva “il consigliere assente”, perché sui banchi dell’opposizione aveva collezionato numerose assenze, “salvo poi farsi vedere nelle strade dei quartieri, una volta l’anno, per fare promesse mai mantenute”, le accuse del centro sinistra. Anche Altitonante è finito in manette, con l’accusa di corruzione.

FG

LEGGI ANCHE:

 43 arresti per corruzione, finanziamento ai partiti e rapporti con la ‘ndrangheta VIDEO

Tutti gli approfondimenti dal Circuito Netweek

PIEMONTE

NUOVAPERIFERIA.IT: ‘ndrangheta e corruzione, un ingegnere di Settimo nell’inchiesta

NOVARAOGGI.IT:

Arrestato Andrea Gallina, amministratore Acqua Novara Vco

Corruzione chiesto l’arresto per Diego Sozzani VIDEO

LOMBARDIA

GIORNALEDIPAVIA.IT: ‘ndrangheta e corruzione: un architetto di Pavia tra gli indagati

GIORNALEDILECCO.IT: ‘ndrangheta e corruzione, un perito lecchese nell’inchiesta

GIORNALEDIMONZA.IT: Politica e tangenti. Arresti domiciliari per l’ex sindaco di Giussano

TOSCANA

GIORNALEDIPISTOIA.IT: Finanziamento illecito a partiti in Lombardia, arrestato Damiano Belli di Serravalle Pistoiese

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente