Giornale dei Navigli > Cronaca > Massacra di botte la compagna: lo fermano i carabinieri
Cronaca Corsico -

Massacra di botte la compagna: lo fermano i carabinieri

Viveva in un clima di terrore che le ha sempre impedito di denunciare il compagno.

massacra di botte compagna

Massacra di botte la compagna: lo fermano i carabinieri.

Massacra di botte la compagna: lo fermano i carabinieri

CORSICO – La denuncia non l’aveva mai fatta, non aveva il coraggio di presentarsi davanti ai carabinieri e raccontare anni di violenze e minacce. La paura ha frenato il coraggio di liberarsi da quell’uomo che la picchiava tutti i giorni, a calci e pugni, fino a coprirle la faccia di lividi.

L’intervento dei carabinieri

A fermare la feroce violenza ci hanno pensato i carabinieri di Corsico che questa mattina hanno arrestato in flagranza un italiano, 46 anni, che condivideva con la compagna 43enne un appartamento nella zona periferica della città, al confine con Milano-Lorenteggio. Proprio in casa l’uomo è stato sorpreso dai militari mentre massacrava a calci e pugni la compagna. I carabinieri, intervenuti a seguito di una segnalazione, lo hanno bloccato e arrestato.

Davanti ai militari la donna si è aperta

Poi hanno cercato di parlare con la vittima di quelle violenze, dopo aver chiamato i soccorsi per verificare le condizioni di salute della donna. La 43enne ha confessato che le botte duravano da anni e che viveva in un clima di terrore che le ha sempre impedito di denunciare il compagno. Davanti ai militari la donna si è aperta e ha raccontato tutto, ormai libera dalla ferocia dell’uomo, portato via, lontano da lei, nel carcere di San Vittore.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente