Giornale dei Navigli > Cronaca > Letti abusivi e stanze arredate nella ditta di pelletteria
Cronaca Buccinasco -

Letti abusivi e stanze arredate nella ditta di pelletteria

L’attività ispettiva di Comune e forze dell’ordine è risultata fondamentale, così il sindaco.

Letti abusivi

Letti abusivi e stanze arredate nella ditta di pelletteria.

Letti abusivi e stanze arredate nella ditta di pelletteria

BUCCINASCO – I proprietari avevano depositato una richiesta di modifica della struttura, una ditta in via Fermi che produce articoli di pelletteria. I tecnici comunali del Settore Urbanistica ed Edilizia privata hanno così attivato un approfondito controllo, coinvolgendo le forze dell’ordine, polizia locale, carabinieri e nucleo ispettorato del lavoro, per capire se tutto fosse in regola. Ma non lo era.

Letti abusivi e stanze per i lavoratori?

Grazie alla scrupolosa attenzione dei tecnici, si è scoperto che nell’azienda di via Fermi non si lavorava solo la pelle. Oltre a una serie di piccoli “abusi edilizi” come una tettoia e un locale non autorizzato e l’uso improprio di alcune aree come magazzini, i tecnici e gli agenti hanno riscontrato il problema più grosso: dentro il capannone erano state allestite delle stanze per far dormire i lavoratori. Almeno è quello che sembra, considerando i letti sfatti, coperte, scarpe, vestiti e persino cibi e bevande che gli agenti hanno trovato all’interno dei locali.

Indagini approfondite

“Sicuramente qualcuno qui dentro ci dorme, e ci vive”, hanno pensato. E saranno le indagini a chiarire ogni dettaglio della vicenda, così come gli approfondimenti del Nucleo ispettorato del lavoro dovranno capire se c’era del lavoro nero all’interno dell’impresa. Le indagini, almeno per ora, sono coperte da stretto riserbo.

Letti abusivi: Un episodio simile qualche mese fa

Una storia che riporta alla memoria un episodio simile, capitato in via della Resistenza lo scorso ottobre, quando un sopralluogo, sempre dell’ufficio tecnico in collaborazione con le forze dell’ordine, ha consentito di scoprire un dormitorio all’interno di un’azienda, il cui proprietario, un imprenditore cinese (e anche lui nel settore della pelletteria) aveva chiesto di trasformare l’area in un piccolo albergo.

Il sindaco Pruiti

Anche in quel caso l’intuizione del settore Urbanistica ed Edilizia privata era corretta: decine di letti sono stati trovati all’interno dell’impresa. Forse i due casi sono collegati, ma saranno le indagini a chiarirlo. “Come già avvenuto nel mese di ottobre per un immobile in via della Resistenza – spiega il sindaco Rino Pruiti – l’attività ispettiva di Comune e forze dell’ordine è risultata fondamentale per scoprire abusi e difformità oltre a portare a ulteriori indagini sotto stretto riserbo. Un lavoro sinergico importante, avviato grazie all’iniziativa del nostro Settore Urbanistica”.

FG

LEGGI ANCHE:

 Capannone trasformato in albergo: ordine di sgombero immediato

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente